Molly, il chihuahua dichiarato cane pericoloso

Molly, il chihuahua dichiarato cane pericoloso

Molly, un chihuahua canadese, è stato dichiarato cane pericoloso e obbligato alla museruola perché ha aggredito un postino sulla soglia di casa.

Una storia incredibile arriva dal Canada, dove un chihuahua è stato dichiarato cane pericoloso per la collettività. Come possa un piccolissimo cucciolo – i chihuahua sono spesso chiamati anche i “cani da borsetta” – ottenere questo titolo funesto è presto detto: ha cercato di azzannare il postino sulla porta di casa. E, così, è intervenuta la legge.

Il tutto è accaduto a Ontario, quando Molly ha scagliato la rabbia dei suoi 1,3 chili di peso contro la gamba di un locale postino, che forse l’aveva infastidita con la sua presenza. Un “quasi” morso che è costato al proprietario del chihuahua un’apparizione in un processo, con cui si è stabilito che il cane dovrà ora relazionarsi al pubblico sempre dotato di museruola.

Tutto sommato una sentenza non così grave, considerato come in passato simili casi legali abbiano portato alla soppressione dei cani colpevoli, ma un’inghippo non da poco per il padrone del “temibile” chihuahua, Mitzie Scott:

«Non credo nemmeno esistano museruole di quella taglia. È qualcosa di stupido, di estremamente stupido. Il cane pesa letteralmente 1.3 chili, è grande quanto la scarpa di un adulto.»

Non è però tutto: Scott non solo dovrà dotarsi di museruola perenne, ma dovrà assicurare il cane con una polizza specifica per gli animali pericolosi e appendere un cartello informativo sulla porta di casa. E cosa è successo, invece, al postino? Nulla di grave: solo la noia di dover ricorrere a una crema antibiotica per qualche giorno, da spargere sopra i graffi causati da Molly. Sì, perché a quanto pare non vi è stato un vero e proprio morso, ma solo abrasioni superficiali.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!