• GreenStyle
  • Energia
  • Rinnovabili in calo in Italia nel 2012, crescono carbone e nucleare

Rinnovabili in calo in Italia nel 2012, crescono carbone e nucleare

Rinnovabili in calo in Italia nel 2012, crescono carbone e nucleare

La relazione del GSE evidenzia gas ed energie verdi in calo, raddoppiano nucleare e carbone. Pubblicato anche il report sugli incentivi al fotovoltaico.

Più carbonenucleare rispetto al 2011, meno rinnovabili e gas: sono i dati pubblicati dal GSE, relativi alle analisi sul mix energetico italiano del 2012. Le fonti pulite, in particolare, hanno subito una leggera flessione, pur confermandosi in espansione, con un crescita del 2%.

Nel 2011, infatti, la composizione del mix medio nazionale per la produzione dell’energia elettrica composto per il 35,2% da rinnovabili, per il 14,9% da carbone, per il 40,6% da gas naturale, dall’1,3% da petrolio e derivati, per l’1,9% dal nucleare e, infine, per il 6,1% da altre fonti.

Mentre nel 2012, spiega il GSE, il 29,8% del mix è stato coperto dalle rinnovabili, il 18,5% dal carbone, il 39,8% dal gas naturale, il’1,3% da prodotti petroliferi, il 4,8% dal nucleare e il restante 5,8% da altre fonti.

Il “Fuel mix disclosure” tracciato dal GSE evidenzia un aumento della produzione elettrica da carbone, dal 14, 9 al 18,5%, un live calo del gas naturale ha visto, che ha perso meno di un punto percentuale, mentre il nucleare d’importazione è più che raddoppiato, passando dall’1,9% al 4,8%. Prodotti petroliferi e altre fonti, invece, rimangono sostanzialmente stabili.

Secondo l’analisi del GSE, la flessione dell’energie rinnovabili è dovuto in particolare al mancato contributo di “Garanzie di Origine Estere”, relativi all’energia elettrica importata dall’estero. Ad ogni modo, hanno generato il 2% di elettricità in rispetto al 2011, sfiorando gli 80 TW/h.

Oltre all’analisi generale del Fuel mix disclosure, Il Gestore dei servizi ha anche pubblicato la “Relazione delle attività svolte nell’anno 2012 per l’incentivazione degli impianti fotovoltaici”, con i dati dettagliati sui primi risultati ottenuti dal Conto Energia. Il rapporto evidenzia come, nel 2012, i 480 mila impianti italiani hanno prodotto in totale 17.489,9 GW/h di energia fotovoltaica, con un picco di produzione che, nel mese di luglio, ha superato le 160 ore giornaliere.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

VII Forum Qualenergia: intervista a Pietro Colucci di Innovatec e Kinexia