M’illumino di meno 2018: 23 febbraio dedicato al camminare

M’illumino di meno 2018: 23 febbraio dedicato al camminare

Torna venerdì 23 febbraio con l'edizione 2018 l'iniziativa M'Illumino di meno, al centro dell'attenzione il risparmio energetico.

Camminare è la parola d’ordine per l’edizione 2018 di M’Illumino di meno. L’iniziativa ideata e promossa dalla trasmissione radiofonica Rai Caterpillar, nata nel 2005, anche per quest’anno chiederà di mettere al centro dell’attenzione il risparmio energetico. Con una piccola aggiunta, quella di “puntare direttamente alla Luna” raggiungendola simbolicamente compiendo 555 milioni di passi.

Il via all’inconsueta prova è stato dato il 29 gennaio con una trasmissione radiofonica “camminata”, in diretta da Parco Sempione a Milano sul canale di Radio2. M’Illumino di meno 2018 è però come sempre votata soprattutto al risparmio energetico, con i promotori che chiedono a tutti (privati ed enti pubblici) di spegnere tutte le luci non indispensabili alle 18 di venerdì 23 febbraio. La data di quest’anno vuole festeggiare il compleanno del Protocollo di Kyoto, definito attraverso il sito ufficiale di Caterpillar “il tentativo dell’umanità di salvare la Terra dalla distruzione indotta dai cambiamenti climatici”.

Molti gli spegnimenti già programmati, che accompagneranno ancora una volta M’Illumino di Meno. Tra questi monumenti italiani famosi in tutto il mondo come la Torre di Pisa, il Colosseo, ma anche palazzi istituzionali come il Quirinale, il Senato e la Camera. A celebrare l’iniziativa negli scorsi anni anche alcune città estere, che hanno “spento” rispettivamente la Torre Eiffel a Parigi, il Foreign Office (l’Ambasciata britannica in Italia) e la Ruota del Prater di Vienna. Nel corso degli anni, ricordano gli organizzatori dell’iniziativa, molto nel mondo è cambiato e diverse sono le sfide da affrontare:

Dall’inizio di M’illumino di Meno, in 14 anni, il mondo è cambiato. L’efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante e le lampadine ad incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, adesso, semplicemente, non esistono più. Tanti italiani hanno sul tetto di casa i pannelli fotovoltaici e tutti i governi del mondo hanno fatto altri accordi, a Parigi nel 2015, per ridurre i danni dei cambiamenti climatici. Tutti meno uno.

Contro i mutamenti climatici occorre “cambiare passo”, magari cominciando proprio da venerdì 23 febbraio con M’Illumino di meno 2018, come sottolineato da quelli di Caterpillar attraverso il loro sito:

Quest’anno Caterpillar e Radio2 dedicano M’illumino di Meno alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo.

L’invito per il 23 febbraio 2018 è spegnere le luci e andare a piedi: una marcia, una processione, una ciaspolata, una staffetta, una maratona o una mezza maratona, un ballo in piazza o un pezzo di strada dietro alla banda musicale del paese.

Seguici anche sui canali social