Milano si prepara all’arrivo di nuovi bus elettrici

Milano si prepara all’arrivo di nuovi bus elettrici

Fonte immagine: assente

In arrivo a gennaio nuovi autobus elettrici per la città di Milano, l'annuncio dai dirigenti Atm.

A Milano arriveranno presto nuovi autobus elettrici. L’annuncio è arrivato nelle scorse ore da Bruno Rota, presidente e direttore generale di Atm, l’Azienda di trasporti del capoluogo lombardo, durante una intervista ad una emittente televisiva.

I dettagli dell’operazione si conosceranno nelle prossime settimane. Finora, come è stato annunciato dal dirigente Atm, si sa che a gennaio partirà una gara relativa alla fornitura di un nuovo parco automezzi a zero emissioni, che saranno immatricolati verso la fine del prossimo anno: è quanto indica il programma di investimenti Atm per il 2016. Si tratta di un programma ad ampio raggio che interessa un generale aggiornamento dei mezzi pubblici in servizio a Milano:

Il piano Atm comprenderà una serie di provverimenti principali: l’acquisto di nuovi treni ‘Leonardo’ per le linee Verde e Rossa della metropolitana, l’ampliamento del deposito di Gallaratese e l’acquisizione di un primo lotto di autobus elettrici, contestuale al proseguimento del piano di rinnovo degli automezzi di superficie.

I primi autobus a zero emissioni che torneranno a circolare a Milano saranno in un primo momento destinati al servizio in alcune linee centrali: ciascun automezzo percorrerà in media circa 45.000 km all’anno. Conti alla mano l’investimento è notevole se si considera il prezzo d’acquisto di un bus elettrico rispetto a uno “tradizionale” a gasolio; tuttavia Atm fa riferimento a nuove somme reperite da miglioaremti di margine, come anticipa lo stesso Rota:

I bus elettrici costano il doppio rispetto a quelli diesel, tuttavia i miglioramenti di margine ci consentono di proseguire nel vasto progetto di investimenti che vengono subito percepiti dagli utenti in termini di più elevata qualità del servizio.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Govecs a EICMA 2017: intervista a Daniele Cesca