Mela annurca: proprietà, calorie, ricette

Mela annurca: proprietà, calorie, ricette

Fonte immagine: Pixabay

La mela annurca vanta qualità nutritive e proprietà benefiche per la salute: caratteristiche, usi e ricette a base di questo frutto.

Considerata la “regina delle mele”, la varietà annurca vanta un’origine campana e deve il suo nome all’antica denominazione romana “mela orcula”, che fa riferimento alla precisa zona di produzione. La mela annurca si presenta di forma tondeggiante, di dimensione media e dotata di una buccia cerosa e liscia. Il colore caratteristico è il rosso accesso, mentre la polpa si presenta bianca e molto succosa. Il gusto, invece, può variare leggermente a seconda della tipologia virando talvolta verso il sapore acidulo.

Raccolta acerba all’inizio dell’autunno, la mela annurca matura al suolo grazie a un delicato procedimento di “arrossamento” effettuato sui frutti ancora acerbi, in modo tale da poter essere resa disponibile sul mercato dalla fine di dicembre fino alla stagione estiva.

Proprietà e calorie

Mele annurche

La mela annurca è nota soprattutto per l’elevato contenuto di polifenoli, tuttavia le sue proprietà sono molteplici: è molto ricca di acqua, di fibre alimentari e di vitamine dei gruppi A, B e C. Anche l’apporto di minerali è notevole, soprattutto potassio, calcio, magnesio, ferro, manganese e fosforo. Questo frutto è abbastanza povero di grassi e di proteine, mentre è composta da zuccheri per circa il 10%. Per quanto riguarda l’apporto calorico, la mela annurca è tra le varietà più dolci ma contiene solo 40 calorie per cento grammi di prodotto.

Benefici

La mela annurca è nota grazie alle sue innumerevoli qualità benefiche, dovute alla presenza di polifenoli e non solo. Il consumo regolare di questo frutto, nell’ambito di una dieta bilanciata, aiuta infatti a ottenere una serie di benefici per la salute e il benessere di tutto l’organismo:

  • riduce il colesterolo totale e incrementa i livelli di colesterolo buono (HDL), grazie soprattutto alla presenza di procianidine superiore alle altre tipologie di mele;
  • favorisce la salute del sistema cardiovascolare;
  • contrasta l’invecchiamento cellulare grazie all’elevata capacità antiossidante;
  • stimola la diuresi e le funzionalità renali;
  • regola l’acidità gastrica;
  • favorisce il transito intestinale se consumata cotta;
  • grazie all’acido ossalico aiuta a mantenere la bocca in salute, svolgendo anche un’azione di pulizia e igiene benefica per lo smalto dentale;
  • stimola il sistema immunitario;
  • contrasta l’alopecia androgenetica, il diradamento dei capelli o altre forme di calvizie.

Usi e ricette

Strudel

La mela annurca matura è ottima se consumata al naturale, anche completa di buccia. Gli usi in cucina sono numerosi, infatti questo frutto si presta bene alla preparazione di ricette dolci e salate. È perfetta per realizzare gustose confetture o succhi vegetali, rivelandosi anche una preziosa alleata per chi segue una dieta mirata alla perdita di peso.

Le mele annurche si prestano bene per la preparazione dello strudel. Occorre preparare la pasta sfoglia rettangolare e, a parte, realizzare il ripieno. Si sbuccia mezzo chilo di mele e si tagliano a pezzi piccoli, cospargendoli con della scorza di limone grattugiata e della cannella. Si unisce l’uvetta precedentemente bagnata nel rhum, una manciata di pinoli e 50 grammi di zucchero. Si stende la pasta sfoglia, si spennella con del burro fuso insieme a poco pangrattato e al centro si versa l’impasto a base di mele, richiudendo in modo da formare un rotolo chiuso e spennellando con del burro. Lo strudel deve cuocere in forno a 200 gradi per circa 40 minuti, praticando piccoli tagli sulla pasta sfoglia in modo da far uscire il vapore.

Il risotto alle mele annurche è un primo piatto profumato e gustoso. Si prepara realizzando un soffritto con cipolla e burro, da sfumare con un po’ di vino prima di unire le mele tagliate a cubetti. Dopo aver aggiunto il riso, da far tostare leggermente, si procede con la cottura aggiungendo il brodo di bucce di mele. Il risotto può essere mantecato con del formaggio provolone e una noce di burro.

Le mele annurche al naturale, con la buccia, sono un ingrediente perfetto per la preparazione di un’insalata fresca e originale: è sufficiente aggiungere noci, songino, finocchi o sedano e, a piacere, formaggio a cubetti. Il condimento ideale è a base di aceto balsamico.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Mozzarella fatta in casa, ricetta