• GreenStyle
  • Consumi
  • Maxi sequestri NAS: oltre 18mila uova e 6 quintali tra carne e pesce

Maxi sequestri NAS: oltre 18mila uova e 6 quintali tra carne e pesce

Maxi sequestri NAS: oltre 18mila uova e 6 quintali tra carne e pesce

Maxi sequestri da parte degli agenti dei NAS in diverse parti d'Italia: sequestrati carni, pesce e uova, coinvolti i nuclei di Napoli, Torino e Viterbo.

Maxi sequestro di generi alimentari da parte dei NAS, Nuclei AntiSofisticazioni dei Carabinieri. Sequestrati circa sei quintali tra carne e pesce, oltre a 18mila uova, con i controlli che hanno interessato a vario titolo le Province di Napoli, Torino e Viterbo. Le disposizioni sono scattate in diversi casi per irregolarità amministrative, mentre in altri si è trattato di condizioni igienico-sanitarie compromesse e di presenza di agenti contaminanti e parassiti.

Il sequestro di sei quintali di carne e prodotti ittici è stato messo in atto dal Comando per la Tutela della Salute di Napoli in seguito a una serie di controlli sul territorio. Riscontrate dagli agenti dei NAS merci sporche, in cattivo stato di conservazione e con la presenza di parassiti. Il valore commerciale dei prodotti sequestrati è stimato in circa 30mila euro.

NAS di Torino intervenuti per quanto riguarda i sequestri di uova, con gli agenti piemontesi intervenuti in un centro di imballaggi sprovvisto di registrazione. I locali scoperti dai Nuclei AntiSofisticazioni confezionavano senza autorizzazione uova fresche di categoria A, non corrispondenti per origine del prodotto e qualità a quanto dichiarato in etichettatura.

Contraffatta anche la data di deposizione, che non corrispondeva a quella effettiva. Tre i soggetti denunciati, a fronte del sequestro di poco meno di 18mila uova. Un individuo è stato deferito per maltrattamento dai NAS di Viterbo, che in seguito ai controlli effettuati presso un allevamento di galline hanno riscontrato condizioni tali da favorire il decesso di un elevato numero di animali. Le carcasse non venivano rimosse, ma lasciate a contatto con gli esemplari ancora in vita.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Detersivi con scarti alimentari: ecco come realizzarli