Mascherine al grafene anti Covid-19, arriva G+ Co-Mask

Mascherine al grafene anti Covid-19, arriva G+ Co-Mask

Fonte immagine: Directa Plus

Arrivano sul mercato le mascherine G+ Co-Mask della Directa Plus, che utilizzano il grafene per migliorare la difesa contro batteri e altri pericoli.

Mascherine al grafene per sfruttare le proprietà antibatteriche e antistatiche di questo materiale. A presentare l’idea è la Directa Plus, che ha avviato il progetto agli inizi dell’emergenza Covid-19. L’azienda ha sede in Provincia di Como ed è quotata in borsa a Londra. Diversi i progetti che vedono protagonista questo minerale, di cui la compagnia è produttrice e fornitrice.

È nata così G+ Co-Mask, una mascherina al grafene che dispone non soltanto di proprietà antibatteriche e antistatiche, ma anche di conduzione del calore. Quest’ultimo aspetto si traduce nella dispersione del calore in eccesso, migliorando il comfort per chi la indossa e facilitandone la sanificazione. In fase di test la capacità del materiale di agire come antivirale, potenzialmente utile quindi contro il Coronavirus, con risultati preliminari incoraggianti. È inoltre realizzata con tessuti ipoallergenici. Giulio Cesareo, fondatore e CEO di Directa Plus:

Si tratta di un progetto che nasce durante l’emergenza per mettere le proprietà del grafene al servizio della sicurezza della comunità – “Co” oltre ad essere un omaggio al territorio comasco, dove ha sede Directa Plus, sta per “community” – ma che per noi ha un più ampio significato. Le sperimentazioni fatte sulla filtrazione dell’aria per creare la nostra mascherina rappresentano il primo passo per specializzarci anche nella depurazione dell’aria, dopo aver acquisito una solida expertise nell’utilizzare i nostri materiali per la decontaminazione dell’acqua.

Oltre 180 i materiali testati durante lo sviluppo delle mascherine G+ Co-Mask. La scelta finale è caduta su un jersey altamente traspirante sul quale, spiegano gli ideatori, “viene applicata una stampa intelligente al grafene chiamata Planar Thermal Circuit”. In questo modo il calore viene distribuito in tempi molto rapidi sul piano del tessuto.

Il modello realizzato invece in cotone ha previsto la messa a punto di una nuova tecnologia, “l’impregnazione con grafene”. Il grafene e l’acqua sono utilizzati per far penetrare il grafene all’interno delle fibre di tessuto. Il trattamento fornisce alle mascherine un’elevata capacità filtrante, traspirante e antibatterica. Presenta infine un filtro, durata 16 ore, capace di filtrare fino al 95% di batteri. Ha concluso Cesareo:

Una volta creata la tecnologia, abbiamo pensato anche all’estetica. Abbiamo così coinvolto nel progetto due giovani designers milanesi, che ci hanno supportato nel creare i tre modelli, di cui uno in due varianti, che abbiamo voluto battezzare sempre in omaggio al territorio: Bellagio, avvolgente ed ergonomica, che si chiude dietro la testa grazie al velcro ed è ideale anche per lo sport; Tremezzo e Cernobbio, che invece si indossano dietro le orecchie e sono realizzate in jersey e in cotone. Dal 15 giugno abbiamo inaugurato l’e-shop sul nostro sito www.graphene-plus.com e stiamo ricevendo i primi ordini.

Fonte: Directa Plus

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)