• GreenStyle
  • Salute
  • Margarina al posto del burro riduce il rischio di malattie cardiache

Margarina al posto del burro riduce il rischio di malattie cardiache

Margarina al posto del burro riduce il rischio di malattie cardiache

Fonte immagine: Butter / Shutterstock

Sostituire il burro con la margarina e alcuni grassi vegetali potrebbe ridurre del 30% il rischio di sviluppare malattie cardiache.

Sostituire il burro con la margarina potrebbe avere degli effetti benefici sul cuore, riducendo del 30% il rischio di malattie cardiache. Un rapporto ufficiale dell’American Heart Association diffuso ai cardiologi di tutto il mondo ha rivelato che il rischio si ridurrebbe consumando grassi polinsaturi. Si otterrebbero gli stessi effetti positivi dei medicinali contro il colesterolo alto nel sangue.

Il documento redatto dagli studiosi della Harvard School of Public Health ha messo in evidenza alcuni dubbi relativi a studi recenti che incoraggiano l’utilizzo del burro. Gli scienziati hanno effettuato numerose analisi sull’argomento e hanno scoperto che i grassi del burro potrebbero essere collegati ad un aumento del rischio di malattie cardiovascolari.

Lo stesso effetto si avrebbe consumando i grassi contenuti nell’olio di palma, nell’olio di cocco, nella carne di maiale e nella carne di manzo. Il rischio si ridurrebbe sostituendo questi prodotti con alcuni grassi vegetali, come quelli contenuti nell’avocado, nelle noci e nell’olio d’oliva.

Frank Sacks, autore principale dello studio, ha rivelato che i grassi saturi favoriscono l’aumento del colesterolo LDL, una delle cause principali della formazione della placca nei vasi sanguigni e delle malattie cardiovascolari.

Una dieta considerata sana dovrebbe includere cibi sani con tante sostanze nutritive, che contribuiscono a prevenire molte malattie. Si tratta ad esempio della frutta, della verdura, dei cereali integrali, delle noci e del pesce.

Non tutte le margarine sono uguali. Gli studiosi hanno scoperto che alcune forme di margarina che utilizzano grassi trans capaci di migliorare la durata della conservazione in realtà aumenterebbero il rischio di sviluppare malattie cardiache.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Sostenibilità in agricoltura: intervista a Carlo Alberto Pratesi