Manicure fai da te: perché è utile per l’igiene

Manicure fai da te: perché è utile per l’igiene

Fonte immagine: Pexels

La manicure fai da te è molto importante per mantenere intatta l'igiene: batteri pericolosi tendono infatti ad accumularsi sotto le unghie.

Quella della manicure è una necessità ormai entrata nella routine quotidiana di tutti. Mostrare mani e unghie sempre pulite, infatti, è sinonimo di cura di se stessi, di bellezza e anche di attenzione verso gli altri. Eppure le ragioni per dedicarsi a questa pratica non sono solo di natura estetica e sociale, ma anche e soprattutto rispondono a esigenze di tipo igienico. Mantenere le unghie sempre ben curate è infatti indispensabile per scongiurare conseguenze sulla salute. Per quale ragione?

Per mantenere un’adeguata igiene personale, anche la manicure fai te è più che efficace. Armarsi di tronchesine, forbici e lima è l’ideale per allontanare qualsiasi pericolo. Di seguito, tutte le motivazioni.

Unghie e sporco: un ricettacolo di batteri

Lavare le mani

Per la loro tipica conformazione, le unghie rappresentano un ambiente ideale per l’accumulo dello sporco e, di conseguenza, anche di batteri non sempre amici della salute. In particolare, la porzione sporgente delle unghie funziona in modo analogo a un piccolo cucchiaio: quando si toccano le più svariate superfici, polvere, detriti e terriccio vengono raccolti dalla porzione concava dell’unghia, dove si accumulano nel tempo.

Uno studio condotto dall’Università della Pennsylvania ha dimostrato come, proprio sotto le unghie, si annidino migliaia – se non milioni – di batteri. I ricercatori hanno analizzato centinaia di volontari e non solo è emerso come il numero di batteri aumenti al crescere dell’accumulo di sporco presente, ma anche come agenti potenzialmente dannosi siano presenti sulle unghie apparentemente pulite.

Di norma, non vi è pericolo finché questi batteri rimangono sulla superficie dell’unghia oppure sulla pelle. Tuttavia, capita di frequente di portarsi le dita alla bocca – anche involontariamente – oppure molti si mordicchiano le unghie senza nemmeno rendersene conto. Comportamenti che non fanno altro che permettere a questi batteri di entrare nell’organismo, causando diversi disturbi, da semplici disturbi gastrointestinali fino alla salmonella.

L’OMS consiglia quindi di tenere le unghie molto corte, proprio poiché la diminuzione della superficie sporgente diminuisce la presenza batterica, e di dedicarsi almeno una volta alla settimana all’igiene con la manicure. Se si desidera mantenere lunghi questi annessi cutanei, è necessario operare un’opportuna disinfezione con prodotti sterilizzanti o, ancora, con un lungo ammollo in acqua e sapone.

Attenzione alle pellicine

Manicure

La manicure fai da te è anche molto importante per eliminare pellicine, che potrebbero rappresentare una barriera di ingresso ai batteri nell’organismo. Non capita raramente di notare vicino alle unghie delle piccole strisce sollevate di pelle morta o, ancora, delle minuscole ferite, a volte anche sanguinanti.

È proprio la presenza di ferite che può permettere ai batteri di intaccare l’organismo, determinando disturbi locali – come lo streptococco per il classico giradito – che sistemici. D’altronde, la pelle morta rappresenta l’habitat ideale per la proliferazione batterica, soprattutto quando d’intralcio alla corretta ossigenazione dei tessuti più superficiali, prima arma del corpo contro gli ospiti indesiderati.

È pertanto necessario rimuovere tutte le pellicine in eccesso, disinfettare con acqua ossigenata o altri prodotti le piccole ferite aperte e procedere limando le unghie. Questa operazione riduce infatti la possibilità che ci si tagli inavvertitamente la pelle con la stessa unghia, ad esempio per un movimento compiuto senza nemmeno pensarci.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle