Mangiare piccante aiuta a vivere più a lungo

Mangiare piccante aiuta a vivere più a lungo

Mangiare cibo piccante ogni giorno o quasi aiuta a vivere più a lungo, a sostenerlo un gruppo di ricerca internazionale.

Mangiare piccante per vivere più a lungo e in salute. Secondo un gruppo di ricerca composto da esperti internazionali, appartenenti alla Oxford University, alla Harvard School of Public Health e alla Chinese Academy of Medical Sciences, consumare piatti contenenti peperoncino aiuterebbe a ridurre il rischio di patologie cardiovascolari, tumorali e respiratorie grazie alla presenza della capsaicina.

Durante lo studio i ricercatori hanno analizzato i profili alimentari e fisiologici di circa 487.000 cittadini cinesi, di età compresa tra i 30 e i 59 anni, riscontrando come i più longevi fossero coloro che consumavano ogni giorno, o al più ogni due giorni, del cibo piccante. Merito secondo il gruppo di esperti della presenza nel peperoncino della capsaicina, alla quale si ipotizza siano associate proprietà anti-tumorali, anti-obesità, anti-infiammatorie e anti-ossidanti.

Secondo quanto pubblicato dai ricercatori sul British Medical Journal i partecipanti sono stati seguiti per circa 7 anni, durante i quali 20.224 sono morti. Dalle statistiche ottenute coloro che consumavano con regolarità cibo piccante hanno mostrato un tasso di mortalità inferiore del 14%.

Le conclusioni tratte sono appunto di carattere statistico, spiegano i ricercatori, quindi non sono in grado di stabilire alcuna relazione di causa-effetto tra il consumo di cibo piccante e la riduzione del tasso di mortalità.

Nella presentazione dei risultati vengono tuttavia citati a supporto di tale associazione alcuni precedenti studi, secondo i quali la capsaicina fornirebbe un’azione protettiva contro obesità, tumori e alcuni altri possibili disturbi.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social