Mangiare dopo le 18 un rischio per il cuore secondo cardiologi USA

Mangiare dopo le 18 un rischio per il cuore secondo cardiologi USA

Fonte immagine: Foto di joshuemd da Pixabay

Mangiare tardi incrementa i rischi per il cuore favorendo l'insorgere di colesterolo cattivo e diabete di tipo 2.

Quando si parla di alimentazione quando si mangia si sta rivelando sempre più importante. Almeno in base a quanto afferma un crescente corpo di studio, a cui va aggiungersi riferito dagli esperti dello Salk Institute, in California, intervenuti durante la recente conferenza dell’American Heart Association.

Secondo le conclusioni tratte dai ricercatori mangiare dopo le 18 incrementerebbe non soltanto il rischio di ingrassare, ma anche i pericoli per il cuore. Questo per via dei ritmi circadiani, a cui nemmeno l’apparato digerente sembrerebbe risultare indifferente: dopo il tramonto verrebbe prodotta meno saliva e minori succhi gastrici, così come si ridurrebbe la sensibilità all’insulina e la motilità intestinale.

A presentare lo studio il Prof. Satchin Panda, ricercatore del Salk Institute attivo nel campo dei ritmi circadiani. In base a dei test sugli animali mangiare più tardi favorirebbe l’insorgere di colesterolo alto e diabete di tipo 2, incrementando quindi i rischi per il cuore e l’apparato cardiovascolare.

Studi preliminari sull’uomo sembrerebbero confermare tale ipotesi, suggerendo che mangiare il grosso delle calorie giornaliere prima delle 15 garantirebbe una riduzione del peso di circa il 25% rispetto a chi consuma i suoi pasti più tardi. In particolare chi cena meno di due ore prima di andare a dormire ha una minore risposta insulinica se confrontato con chi si mette a tavola anticipatamente.

Fonte: Daily Mail

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi ricchi di vitamina A