Mamma asina non abbandona la cucciola ferita

Mamma asina non abbandona la cucciola ferita

Una cucciola di asina aggredita selvaggiamente viene protetta con tenacia dalla madre che, preoccupata, non l'abbandona neppure davanti ai soccorritori.

Una madre rimane una madre sempre, a dispetto del tempo e della specie di appartenenza. E, come tutte la rappresentanti della categoria, una madre si preoccupa per i propri figli. Ed è ciò che ha fatto un’asina angosciata dalla salute precaria della sua cucciola, sfortunatamente aggredita selvaggiamente da un altro animale. L’asinella, in evidenti condizioni drammatiche, è stata in qualche modo soccorsa dal genitore che le è rimasto accanto per difenderla. L’associazione indiana Animal Aid Unlimited è stata quindi contattata telefonicamente e sollecitata a intervenire sul posto. Lo staff è giunto immediatamente per visionare dal vivo la situazione e si è ritrovato di fronte una cucciola gravemente ferita e una madre preoccupata. Nel tentativo di fermare il sangue, alcuni locali avevano applicato della curcuma in polvere sulle ferite della piccola, ma con un risultato molto blando.

La Animal Aid Unlimited si è subito adoperata per trasportare l’ presso la sede, così da procedere con le medicazioni e le cure. Ma si è trovata una madre preoccupata e terrorizzata pronta a bloccare l’accesso alla piccola. Per aggirare la problematica il gruppo ha caricato sul camion tutte e due conducendole insieme presso il centro. Sotto l’occhio vigile e attentissimo del genitore i volontari hanno lavato e medicato la piccola, fermando il sangue e disinfettando le ferite. Consapevole della situazione mamma asina ha, in un primo momento, osservato la scena in preda al panico per poi rasserenarsi e tranquillizzarsi.

Nonostante la gravità delle ferite la cucciola, giorno dopo giorno, ha ripreso energia e forza fino al recupero completo. L’associazione ha deciso di ribattezzarla Genevieve, accogliendola presso la struttura in compagnia della madre. I volontari che si sono occupati della sua guarigione amano osservare i suoi progressi, la sua voglia di giocare e correre nel recinto sempre al fianco del genitore. Il gruppo è diventata la loro famiglia e casa, la fortezza che permetterà a tutte e due di vivere in pace lontane dai pericoli.

Seguici anche sui canali social