Maltempo Sardegna, WWF: urge messa in sicurezza del territorio

Maltempo Sardegna, WWF: urge messa in sicurezza del territorio

Fonte immagine: Foto di MonikaP da Pixabay

Il maltempo si è abbattuto duramente sulla Sardegna, tre vittime nella sola Bitti: il WWF chiede l'urgente messa in sicurezza del territorio.

L’ondata di maltempo si sta abbattendo duramente sulla Sardegna. Tre le vittime accertate nella sola Bitti, “un disastro che si ripete a distanza di sette anni” sottolinea il WWF. I cambiamenti climatici hanno provocato ancora più danni in questo caso, segno secondo l’associazione dell’assenza di un adeguato lavoro di messa in sicurezza sul fronte del dissesto idrogeologico.

Serve un netto cambio di passo nella gestione del territorio, prosegue il WWF, che vede nella situazione sarda un pesante campanello d’allarme. Al contempo l’allerta maltempo in Sardegna rappresenta un “atto di accusa” secondo l’associazione, che chiede interventi urgenti per contrastare il dissesto idrogeologico in Italia.

Il Bel Paese in generale è stato reso fragile, afferma il WWF, da azioni come la canalizzazione e il “tombamento” dei corsi d’acqua, dall’incuria e dalla riduzione delle aree diesondazione naturale. Ulteriori ritardi non sono ammissibili, ha concluso l’associazione ambientalista:

Il WWF è vicino alle comunità colpite e alle famiglie delle vittime e chiede un quadro chiaro di quanto si intende fare nei prossimi giorni, non mesi, per approvare definitivamente il Piano di adattamento al cambiamento climatico. Chiede soprattutto che vi sia un adeguato investimento dei fondi nel PNRR (piano nazionale di Ripresa e Resilienza) e definire un Piano di ripristino ambientale e adattamento ai cambiamenti climatici come richiesto dalla Strategia europea per la biodiversità.

Di fronte a una situazione che diventa sempre più preoccupante per il moltiplicarsi degli eventi estremi legati al cambiamento climatico non possono esserci alibi. Serve un’immediata assunzione di responsabilità nella corretta gestione del territorio, che deve tenere conto del cambiamento climatico in atto che ci metterà di fronte purtroppo a eventi sempre più frequenti e intensi. Perché come dimostra quello che è accaduto a Bitti se non si interviene i disastri si ripetono.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle