Maltempo: inizio settimana con piogge e temporali in tutta Italia

Maltempo: inizio settimana con piogge e temporali in tutta Italia

Una condizione metereologica singolare per il periodo dell'anno, provocata da un ciclone depressivo posto nel cuore del Mar Tirreno.

Il mese di maggio si concluderà con una settimana caratterizzata da tempo nuvoloso e precipitazioni diffuse in tutta Italia. Un clima singolare, considerando il periodo, provocato da una circolazione depressionaria posizionata nel cuore del Mar Tirreno, tra Sicilia e Sardegna, che porterà nella giornata di martedì a diffuse precipitazioni nelle regioni centro-meridionali.

Nella giornata di martedì, il flusso ciclonico si diffonderà verso est, portando a diffusi fenomeni temporaleschi nel Nord-Ovest. Un quadro atmosferico che già dalle prime giornate della settimana scoraggia particolarmente chi sperava nei primi bagni in spiaggia.

Nella giornata di lunedì 27 piogge al nord e temporali al Centro-Sud e nelle Isole. Prevista allerta gialla in molte aree di Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo, Campania, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia.

Nella giornata di martedì 28 in mattinata si avranno piogge in tutta italia, con solo quale breve schiarita nell’estremo Nordest. Nel pomeriggio e nella sera, piogge e temporali isolati in Piemonte, nelle zone interne tirreniche e in Puglia. Nella nottata sono attesi temporali nella parte centro orientale della valle Padana, interessando anche Liguria e Nord Est.

Condizioni climatiche ben lontane dall’estate che si avvicina nelle nostre città, testimoniata solo da un generale aumento delle temperature massime, minime stazionarie. Secondo le previsioni il freddo e le piogge resisteranno anche nella prima settimana del mese di giugno, con temperature inferiori anche di venti gradi rispetto alla media stagionale.

Un quadro generale inconsueto con effetti già devastanti per l’agricoltura, in particolar modo per i frutti stagionali, spesso distrutti dalle frequenti grandinate. I primi rapporti di Coldiretti, mostrano dati preoccupanti: una produzione di ciliege in calo del 50%, quella di pere e nespole, in calo del 70%. Problemi anche nella maturazione di meloni e cocomeri in Lombardia, Lazio e Puglia. Secondo Coldiretti una perdita nel decennio pari a 14 miliardi di euro.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cambiamenti climatici, come e perché avvengono?