Maltempo in Emilia Romagna, gravi danni alle coltivazioni e alle auto

Maltempo in Emilia Romagna, gravi danni alle coltivazioni e alle auto

Fonte immagine: LoraPalner via Pixabay

Auto e case danneggiate, interi raccolti andati in fumo: l'ondata di maltempo in Emilia è solo la punta dell'iceberg di un problema grave nel nostro clima.

Auto con tetto e finestre crivellati, semafori scoperchiati, alberi e rami caduti, sottopassi allagati. È la cronaca di un sabato segnato dal maltempo, per diverse aree dell’Emilia Romagna. Concentrata in soli venti minuti la furia del clima funesto si è abbattuta con pioggia, grandine e folate di vento che hanno superato i 111 chilometri orari. Il bilancio è di alcuni feriti, oltre ai danneggiamenti a edifici e case.

Un evento che ha avuto pesantissime ripercussioni nel settore agricolo. Diverse le coltivazioni funestate da chicchi di grandine dalle dimensioni di una pallina di golf. Nel modenese numerosi vigneti sono stati ricoperti completamente dal nevischio rovinando completamente l’imminente maturazione. Numerosi i pereti rovinati con alberi e frutti caduti. Notevoli le perdite nei campi di frumento, mais e sorgo, con una campagna di mietitura in pieno svolgimento, andata in fumo in poche ore. Nel bolognese ad essere funestati son stati i campi di patate, carote, cipolle e bietoloni, con conseguenze irreparabili alle sementi e alla fase di crescita in vista della maturazione. Le fortissime raffiche hanno compromesso la raccolta annuale di pesche Royal Glory, oltre alle famose susine della zona. Nella zona più interessata dalle precipitazioni la percentuale di compromissione del prodotto si avvicina al 100%.

Fenomeni come questo testimoniano il proliferarsi dei fenomeni di tropicalizzazione, un fenomeno naturale legato ai cambiamenti climatici. Un cambiamento importante che nell’alternarsi tra siccità e forti precipitazioni porta, intervallato da eventi metereologici estremi come bombe d’acqua, fortissime grandinate e correnti ventose intense, a conseguenze importanti per il settore agricolo.

Secondo un’analisi di Coldiretti nel 2019 i casi di grandine sono stati 124, pari al 90% in più rispetto all’anno precedente. Una generale tendenza che porta a esiti economici di particolare gravità: nel corso di questo decennio, con un valore perso stimabile in 14 miliardi di euro.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Azioni dell’uomo contro il cambiamento climatico