Maltempo: ancora allerta meteo su diverse Regioni

Maltempo: ancora allerta meteo su diverse Regioni

Prosegue l'ondata di maltempo sull'Italia, con temporali e forte vento che tendono a spostarsi verso il Centro-Sud della Penisola.

L’ondata di maltempo continua a imperversare sull’Italia. Nubifragi, temporali e forte vento stanno tenendo alta l’allerta in buona parte della Penisola, tanto da tenere in allarme 14 Regioni. Non è escluso l’arrivo della neve, che ha già fatto capolino sull’Etna.

Non accena a placarsi il vortice ciclonico che ha raggiunto l’Italia, portando con sé correnti fredde di origine polare. Dopo aver portato temporali, nubifragi e danni lungo la dorsale alpina e il Centro-Nord, nelle prossime ore sarà il Centro-Sud a risultare interessato dal fenomeno.

Malgrado il maltempo interessi ora prevalentemente il Centro-Sud, il Nord Italia è interessato da un forte calo delle temperature. Un esempio è Torino, dove tra mercoledì e giovedì si faticherà a superare i 10 gradi di “massima”. Discorso simile anche per il clima di altre Province piemontesi, come ad esempio Novara.

Maltempo, l’andamento nelle prossime ore

Basilicata, Calabria, Campania e Puglia sono interessate in queste ore da temporali e piogge intense. Sono stati segnalati allagamenti nel Salento, soprattutto a Lecce e a Gallipoli. Fenomeni temporaleschi anche in Emilia-Romagna, mentre sono attesi isolati piovaschi e cielo coperto nelle restanti Regioni centrali (Lazio, Marche, Umbria e parte dell’Abruzzo).

Secondo i meteorologi di Ilmeteo.it la Sardegna sarà interessata in queste ore da un forte vento di Maestrale, mentre la Tramontana spazzerà la costa ligure di Levante a oltre 80 km orari. Forte vento di Bora, fino a 80 km/h su Trieste.

In arrivo anche nevicate a quote inferiori ai mille metri lungo l’arco Alpino. Neve al di sotto degli 800 metri sul Tarvisio, così come su località quali Cortina d’Ampezzo, Ortisei e San Candido. Accumuli fino a mezzo metro oltre i 1800 metri. Imbiancato anche l’Appennino Tosco-Emiliano, seppure a quote più elevate, mentre la neve scesa sull’Etna (al di sopra dei 2900 metri) ha regalato immagini suggestive a turisti e siciliani.

Fonte: Ilmeteo.it

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra