Maltempo anche al Sud, ma da domani sarà estate di San Martino

Maltempo anche al Sud, ma da domani sarà estate di San Martino

Maltempo per tutta la giornata di martedì soprattutto al Sud, ma nel corso di mercoledì 28 il meteo è destinato a cambiare: ecco come.

La giornata di oggi sarà contrassegnata ancora dal maltempo in diverse zone d’Italia. Anche il Sud si troverà ad avere a che fare con temporali e flussi di bassa pressione, che interesserà soprattutto la Campania. Qualche residuo piovasco al Nord e al Centro anche nel pomeriggio, mentre da domani il tempo potrebbe cambiare radicalmente.

Nel pomeriggio di martedì 27 ottobre la Campania sarà la Regione maggiormente interessata dal maltempo. Forti piogge e basse temperature interesseranno anche buona parte della Sicilia, la costa tirrenica della Calabria, quasi tutta la Basilicata e l’area settentrionale della Puglia.

Il resto d’Italia sperimenterà un clima tutto sommato stabile e asciutto. Ferma restando la possibilità di più o meno isolati piovaschi nelle Regioni Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Toscana. Le eventuali precipitazioni risulteranno meno intense su Lazio e Sardegna.

Stop al maltempo, spazio all’estate di San Martino

Il fine settimana di Halloween si preannuncia all’insegna di un netto miglioramento delle condizioni meteo. Secondo gli esperti de Ilmeteo.it arriverà quella che è l’estate di San Martino. Un clima generalmente sereno e con temperature ben al di sopra delle medie stagionali. Non verranno raggiunti dei livelli di caldo tipicamente estivi, ma in considerazione del periodo attuale il cambiamento sarà notevole.

Un estate di San Martino in chiaro anticipo rispetto all’11 novembre (giorno in cui si festeggia tale santo). A scatenarla l’arrivo di un anticiclone africano, che investirà tutta l’Italia portando un generale aumento delle temperature e tempo soleggiato quasi ovunque.

Non sono escluse tuttavia nebbia, foschia e nuvole basse soprattutto al Nord, che paradossalmente potrebbe relegare questa ondata di “caldo” ai soli rilievi. In pianura l’umidità potrebbe contribuire a mantenere più basse le temperature medie. Potrebbero sperimentare un’estate di San Martino “spuntata” anche diverse aree della Pianura Padana e i tratti più interni del Centro Italia.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra