Malta: piovono pesci dal cielo

Malta: piovono pesci dal cielo

Fonte immagine: Pixabay

Le violente tempeste che hanno colpito l'isola di Malta hanno portato a una vera e propria pioggia di pesci, lungo le strade che costeggiano le spiagge.

Negli ultimi giorni l’isola di Malta è stata coinvolta da violenti fenomeni meteorologici avversi, con piogge torrenziali, mare in tempesta e altissime onde. Una condizione inusuale per la solitamente soleggiata isola, tale da causare una conseguenza davvero singolare e insolita: una stupefacente pioggia di pesci. Centinaia di esemplari sono infatti stati rinvenuti sulle strade e sui parabrezza delle auto, trasportati dall’acqua e dal vento.

Il tutto è accaduto lo scorso 24 febbraio, così come riporta la versione britannica di Yahoo, a seguito di una forte agitazione in mare. Secondo quanto riferito, alcune onde anomale si sarebbero abbattute sulle spiagge e sulla limitrofe strade e la forza del vento avrebbe trascinato alcuni pesci, caduti poi sul manto stradale.

L’evento ha destato curiosità fra gli automobilisti, molti dei quali hanno ripreso la scena armandosi di smartphone e altri dispositivi. Alcuni, ancora, sarebbero scesi dalle loro vetture sfidando il maltempo, allo scopo di raccogliere i pesci ormai senza vita. Yahoo riporta anche la testimonianza di uno dei guidatori presenti durante l’insolita pioggia:

Uno degli allevamenti di pesci deve essere stato distrutto, ci sono centinaia e centinaia di pesci che sono stati trascinati sulla strada. Diverse persone li hanno raccolti dalle carreggiate.

Sebbene al momento non vi siano precise conferme sull’origine del fenomeno, l’ipotesi degli allevamenti di pesci rimane la più accreditata. A pochi metri dalle rive, infatti, sorgono delle strutture marine per l’allevamento dei più svariati pesci a scopo alimentare: con molta probabilità il mare in burrasca, le onde di altezza elevata e il vento hanno trascinato gli animali nella loro furia, superando le barriere e le reti presenti in mare. Al momento, non è nota l’entità del fenomeno, né la totalità delle coste coinvolte.

Fonte: Yahoo

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Il pappagallo che abbaia!