Macchie di vernice: rimedi naturali

Macchie di vernice: rimedi naturali

Fonte immagine: ideabug via iStock

Le macchie di vernice sono assai frequenti quando si decora casa, sia sui tessuti che sui mobili: ecco qualche rimedio naturale per rimuoverle.

Le macchie di vernice rappresentano uno degli effetti indesiderati fastidiosi delle piccole operazioni di fai da te, all’interno della propria abitazione. Basta una piccola distrazione per far cadere la colorata pittura su abiti, tessuti d’arredamento o mobili. In commercio vi sono moltissimi prodotti chimici utili a rimuovere tali macchie, ma esistono rimedi naturali efficaci?

Come facile intuire, dal mondo della natura arrivano moltissime soluzioni per rimuovere le macchie di vernice, su moltissime superfici diverse. Di seguito, qualche utile consiglio.

Macchie di vernice da abiti e tessuti

Aceto

La comparsa di macchie di vernice su abiti e tessuti è molto frequente, soprattutto quando ci si dedica alla decorazione delle pareti della casa. Una goccia caduta da un pennello, una piccola distrazione nel trasportare un secchiello ricolmo di colore: sporcarsi è davvero facile.

Naturalmente, il primo consiglio è quello di indossare vecchi vestiti prima di mettersi all’opera, affinché eventuali danni non determinino una grave perdita. Ancora, è meglio coprire tutti i tessili di pregio della casa con del cellophane o della carta da imballaggio, per evitare spiacevoli conseguenze.

A danno ormai compiuto, si può tentare di rimuovere la macchia con qualche facile rimedio naturale. La vernice tende a solidificarsi e a formare un legame secco con le fibre del tessuto, incollandosi a queste ultime in modo quasi indissolubile. Un primo tentativo può essere effettuato con dell’olio d’oliva, che potrebbe ammorbidire questo legame, permettendo poi la rimozione della vernice con un’azione meccanica quale l’uso di una spazzola per tessuti oppure un raschietto.

In alternativa, si può lasciare in ammollo il tessuto con una soluzione di acqua tiepida, aceto di vino e bicarbonato. L’unione fra questi due ingredienti porterà alla formazione di schiuma e bollicine, che potrebbe favorire il distacco della pittura dal tessuto. Naturalmente, è meglio testare preventivamente la resistenza della tintura su una zona nascosta dell’indumento.

Se tutti i rimedi naturali non dovessero portare al risultato sperato, non resta che avvalersi di solventi chimici: non una soluzione tradizionale in senso stesso, ma comunque utile per evitare di gettare tra i rifiuti un abito. Fra questi l’acquaragia e la trielina.

Macchie su mobili e altre superfici

Bicarbonato

Anche i mobili possono spesso cadere vittima della vernice, soprattutto quando si procede correttamente alla loro protezione prima di lanciarsi nella decorazione delle pareti. È infatti sempre necessario ricoprirli con del cellophane o, ancora, con del cartoncino o della spessa carta assorbente.

Apparsa la macchia, si può fare ricorso ai rimedi naturali. Anche in questo caso, spargere dell’olio d’oliva sulla superficie da trattare potrebbe rendere la vernice più morbida, facilitandone il distacco. Ancora, si può provare con dell’aceto di vino bianco puro, da stendere sulla macchia e lasciare agire per qualche minuto. Per entrambi i metodi è però necessario vagliare la resistenza della superficie – legno, ceramica o marmo – per evitare danneggiamenti accidentali.

Se l’area da smacchiare risultasse troppo delicata per simili soluzioni, rimane solo il sapone di Marsiglia come ultima arma. Si grattugia una piccola porzione di sapone e lo si scioglie in poca acqua, così da ottenere una crema morbida e malleabile. A questo punto si stende la pasta ottenuta sulla macchia, lasciandola agire per qualche ora nella speranza possa ammorbidire la vernice.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi ricchi di vitamina A