Luoghi del Cuore FAI: presente anche il Parco della Rimembranza

Luoghi del Cuore FAI: presente anche il Parco della Rimembranza

Fonte immagine: FAI

Nono posto per il Parco della Rimembranza o Virgiliano a Napoli, ora candidato al bando promosso dal FAI e da Intesa Sanpaolo.

Presente anche il Parco della Rimembranza a Napoli tra i Luoghi del Cuore FAI. Anche detto Parco Virgiliano, quest’area verde è tra quelle selezionate tra maggio e novembre 2018 all’interno del censimento promosso da Fondo Ambiente Italiano e Banca Intesa Sanpaolo, dei “luoghi italiani da non dimenticare”. Oltre 6mila i Comuni coinvolti (80,6% del totale), per un totale di oltre 37mila luoghi segnalati (più di 2 milioni i voti pervenuti).

La classifica di novembre vede il Parco della Rimembranza al nono posto. Questo malgrado lo scorso ottobre l’area sia stata gravemente danneggiata dai forti venti (diversi gli alberi abbattuti). Attivo a tal proposito il comitato “SALVIAMO IL PARCO DELLA RIMEMBRANZA (PARCO VIRGILIANO)”, che ha lanciato una petizione la quale può essere sottoscritta presso i punti: Petland, Farmacia Marechiaro, Farmacia Itri, Animali Metropolitani, Bar Rivalta, Chalet delle Maschere, Farmacia Romano, Parrucchieri AD LEI, Parrucchiere Cheznous, Tabaccaio Toscanello, Farmacia Marone, Charter, pizzeria Il Pruneto.

In vetta alla classifica stilata a novembre 2018 si trova Monte Pisano (Calci-Vicopisano, Pisa). Ai vincitori del censimento annuale viene riconosciuto un contributo economico destinato alla valorizzazione del territorio. I restanti luoghi possono partecipare a un bando per il finanziamento di interventi specifici: requisiti previsti l’aver ottenuto almeno 2000 voti durante il censimento, la presentazione di progetti concreti (che siano cofinanziati).

Il 27 marzo 2019 si è aperta la seconda fase, quella in occasione della quale verranno valutati gli interventi. In questo caso il termine per presentare il proprio progetto è fissato per le 15 del 12 giugno 2019, mentre l’esito delle valutazioni verrà reso noto nel mese di novembre. Come indicato sul sito FAI:

La valutazione avviene secondo otto parametri a ciascuno dei quali è attribuito uno specifico punteggio.

Le richieste sono valutate da una commissione tecnica interna al FAI, che condivide l’esito della selezione con Intesa Sanpaolo e con i Segretariati Regionali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Emergenza Climatica Roma: consegna della petizione alla sindaca Virginia Raggi