Lotta ai cambiamenti climatici: Messico punta a 5 milioni di alberi

Lotta ai cambiamenti climatici: Messico punta a 5 milioni di alberi

Cinque milioni di alberi per contribuire alla lotta ai cambiamenti climatici: questo il progetto in corso in Messico, nella Bassa California.

Riforestazione contro i cambiamenti climatici. Questa la strategia che hanno deciso di adottare oltre cento ambientalisti in Messico, riunitisi in un gruppo allo scopo di piantare 5 milioni di alberi nelle vicinanze dei propri villaggi. Le aree appartengono alla zona di Ciudad Constitución, nella parte sud della Bassa California. Dal 2016 ad oggi già oltre 500mila le piante messe a dimora, in collaborazione con Plant for the Planet, dai lavoratori amici dell’ambiente.

La scelta di Plant for the Planet di sostenere la riforestazione di alcune aree del Messico ha radici strategiche, in quanto rispetto ad esempio all’Europa nel Paese Centroamericano gli alberi crescono a una velocità quattro volte superiore. Grazie anche a questo progetto l’associazione internazionale punta a piantare circa mille miliardi di esemplari in trent’anni.

L’inizio della campagna per riforestare il mondo ha preso il via nel 2006 e sono finora 13,6 miliardi gli alberi piantati, con la semina di una nuova pianta ogni circa 15 secondi. Un progetto che abbina la lotta ai cambiamenti climatici e il rinverdimento delle aree interessate, ma che rappresenta inoltre una fonte di reddito per gli abitanti.

Alberi contro i cambiamenti climatici, e non solo, al centro dell’iniziativa messa in atto questa estate in Etiopia, dove in un solo giorno sono stati messi a dimora 353 milioni di alberi (dato confermato via Twitter dal Ministro per l’Innovazione e la Tecnologia Getahun Mekuria). Un progetto rivolto non soltanto ai mutamenti nel clima, ma anche a fornire sostentamento alle popolazioni locali. A sottolinearlo il prof. Dan Ridley-Ellis, Edinburgh Napier University (a capo del Centre for Wood Science and Technology):

Gli alberi non soltanto aiutano a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici assorbendo l’anidride carbonica nell’aria, ma offrono anche enormi benefici nel combattere la desertificazione e il degradamento del terreno, in particolare nei Paesi aridi. Essi forniscono anche cibo, riparo, carburante, foraggio, medicinali, materiali e protezione per le forniture idriche.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra