“L’Oréal For The Future”: i target di sostenibilità per il 2030

“L’Oréal For The Future”: i  target di  sostenibilità per il 2030

Fonte immagine: Comunicato Stampa

Nel contesto delle crescenti sfide in ambito ambientale e sociale, L’Oréal accelera la propria trasformazione verso un modello sostenibile.

L’Oreal ha stilato una lista di obiettivi per raggiungere il target sostenibilità:

  • Entro il 2025 tutti i siti L’Oréal diventeranno “carbon neutral” migliorando l’efficienza energetica e utilizzando il 100% di energia rinnovabile;
  • Prima del 2030 il 100% della plastica utilizzata per il packaging dei prodotti  sarà ottenuto da materiali riciclati o di origine biologica. In più ridurrà del 50% rispetto al 2016 il totale delle emissioni di gas effetto serra per prodotto finito;

Sulla scia di queste decisioni ha stanziato 150 milioni di euro per gestire urgenti tematiche ambientali e sociali. Il piano cambiamento è partito e non si può più tornare indietro.

L’azienda ha anche sviluppato un meccanismo di etichettatura che riporta l’impatto ambientale e sociale dei prodotti (Product Environmental & Social Impact Labelling). Basato su una scala da A a E, è stato sviluppato grazie al supporto di esperti scientifici indipendenti, verificato da un revisore indipendente e verrà progressivamente applicato a tutti i brand e a tutte le categorie di prodotto.

L’Oréal: una rivoluzione aziendale

L’Oreal unta ad attuare la transizione verso un modello di business che operi entro i limiti del pianeta. Definiti i nuovi obiettivi quantificabili per il 2030 volti a combattere il cambiamento climatico attraverso il supporto dell’iniziativa “Science Based Targets”2, ci si è concentrati principalmente su 3 questioni ambientali: preservare la biodiversità, gestire le risorse idriche in modo sostenibile e utilizzare le risorse con un approccio circolare.

La rivoluzione, però, era partita già da tempo: era 2013 quando l’Oréal ha deciso di concentrarsi sullo sviluppo di prodotti di bellezza, lanciando il programma di sostenibilità globale “Sharing Beauty With All”, definendo obiettivi di sostenibilità concreti per il 2020. Questo programma si basa su uno strumento innovativo, chiamato SPOT (Sustainable Product Optimization Tool), sviluppato per valutare e migliorare le performance ambientali e sociali dei prodotti di tutti i brand.

Ora la sostenibilità è pienamente integrata nel processo di progettazione dei nuovi prodotti del Gruppo. Bisogna pensare al futuro: ci sono nuove frontiere da abbattere, nuovi obiettivi da raggiungere.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Renzo Pedretti – Corteva Agriscience