Legge di Bilancio 2018: le novità green in arrivo

Legge di Bilancio 2018: le novità green in arrivo

Fonte immagine: Philippe Put

Approvata dal Governo Gentiloni la Legge di Bilancio 2018, diverse le novità per l'ambiente: ecco quali sono.

Non soltanto bando ai cotton fioc non riciclabili tra le novità green della Legge di Bilancio 2018. Passa in via definitiva alla Camera, grazie a un voto di Fiducia (296 sì, 160 no), la nuova Finanziaria del Governo Gentiloni. Nel testo diversi provvedimenti, tra i quali è possibile notare diverse normative che andranno a modificare alcuni temi cari alla Green Economy e all’economia circolare.

Tra i temi di maggiore spicco in queste ultime settimane quello della messa al bando dei cotton fioc non riciclabili a partire da gennaio 2019. Un’iniziativa che punta a ridurre l’inquinamento marino causato dal cosiddetto marine litter. Perseguendo questo obiettivo viene inoltre vietato, a partire dal 2020, l’utilizzo nei cosmetici e nei prodotti per la cura della persona di microplastiche.

Viene riconosciuto un credito d’imposta al 36% per quelle imprese che acquisteranno prodotti realizzati con “plastiche miste derivanti dalla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica o dalla selezione di rifiuti urbani residui”.

Come abbiamo anticipato nei giorni scorsi sarà previsto anche un sismabonus che andrà a sommarsi con l’ecobonus per le ristrutturazioni, permettendo così a chi migliora l’efficienza energetica e al contempo riduce il livello di rischio sismico dell’immobile di usufruire di detrazioni fiscali dell’85% (riducendo il rischio di due classi) e dell’80% (in caso di riduzione di una sola classe). Sono stati inoltre stanziati 80 milioni di euro risparmiati dalla Camera per la ricostruzione nelle zone terremotate.

Il Ministero per lo Sviluppo Economico ha istituito un “Fondo per il commercio equo e solidale“, che disporrà di 1 milione di euro all’anno a partire dal 2018. Novità anche sul fronte bollette luce e gas: come disposto nella Legge di Bilancio 2018, trascorsi i due anni risulteranno prescritte le bollette non pagate, frenando così i cosiddetti “maxi conguagli”.

Lato mobilità e trasporti vengono stanziati 120 milioni per il 2018 destinati alla manutenzione di strade provinciali e di quelle di compentenza delle città metropolitane. Novità anche per l’illuminazione pubblica, con incentivi che verranno disposti a favore degli enti locali per l’installazione di lampioni a risparmio energetico.

A livello locale stanziati 25 milioni di euro per il 2018 e 40 mln annui nel periodo dal 2019 al 2024 per la tutela della laguna veneziana. Lotta all’abusivismo con l’istituzione di fondo presso il Ministero delle Infrastrutture e i Trasporti, in dotazione 10 mln in due anni, destinato ai Comuni per il finanziamento delle opere di demolizione degli costruzioni abusive.

Seguici anche sui canali social