Latte di capra, perché è più digeribile: le proprietà

Latte di capra, perché è più digeribile: le proprietà

Fonte immagine: Pexels

Il latte di capra trova sempre più appassionati, grazie alle sue proprietà nutritive: ecco perché risulta altamente digeribile.

Il latte di capra conquista sempre più appassionati, soprattutto fra i consumatori alle ricerca di prodotti caseari dall’alta digeribilità. Consumato sia fresco che ingrediente di gustosi formaggi freschi e stagionali, l’inconfondibile sapore ha permesso a questo alimento di spopolare anche nelle cucine gourmet. Ma quali sono le sue proprietà e, soprattutto, poiché è considerato maggiormente digeribile rispetto a quello bovino?

Conosciuto sin da tempi antichissimi, considerando come pecore e capre siano state fra le prime specie allevate dall’uomo, questo latte non perde mai il suo fascino. Di seguito, qualche informazione utile.

Latte di capra: proprietà e digeribilità

Latte

Il latte di capra è un diffuso alimento di origine animale, un ingrediente conosciuto sin da tempi antichissimi, così come già accennato. Si differenzia dal latte vaccino innanzitutto per il suo intenso bianco: al contrario del prodotto delle mucche, il latte caprino non include infatti il betacarotene. Questo elemento è responsabile di una blanda colorazione giallognola, seppur impercettibile. Inoltre, si tratta di un alimento decisamente calorico ma anche semplice da digerire.

Il latte di capra è infatti conosciuto per la sua elevatissima digeribilità, tanto che viene consigliato anche per l’alimentazione di bambini e anziani, dallo stomaco più delicato. Naturalmente, non è suggerito alle persone dalla comprovata intolleranza al lattosio, sebbene questo alimento tenda a causare meno reazioni spiacevoli rispetto a quello vaccino. Tuttavia, poiché questa soluzione risulta altamente digeribile?

Rispetto a quello di mucca, questo latte offre un contenuto elevato di acidi grassi a corta e media catena, più semplici da gestire dall’apparato digerente umano. Una caratteristica che non si riflette solo sul benessere dell’organismo, ma anche sul sapore: quello di capra è infatti uno dei latti dal gusto più intenso a oggi conosciuti.

Interessanti anche le altre proprietà di questo alimento. È leggermente più calorico rispetto a quello di mucca – 70 calorie contro 63 per 100 grammi di prodotto – ed è particolarmente ricco di sali minerali. Contiene calcio e fosforo, ideali per la salute delle ossa e della mente, ma anche gli indispensabili ferro e magnesio. Non manca ovviamente un buon apporto di vitamine, tra cui quelle dei gruppi A, C e D. Proprio sul fronte della vitamina D, il latte di capra risulta davvero generoso: circa 51 IU per 100 grammi, l’alleato perfetto per il benessere dello scheletro, dei muscoli e del cervello.

I benefici per la salute

Latte

La composizione del latte di capra ne spiega anche le innumerevoli proprietà benefiche per la salute, molte delle quali già confermate dalla scienza. Primo fra tutti, una buona capacità di aiutare l’intestino: grazie al suo contenuto in acidi grassi, non solo riduce tutti i fenomeni infiammatori, ma ravviva anche la flora batterica regolando il transito.

Ancora, rispetto ad altri ingredienti di origine animale, non influisce negativamente sul benessere di vene e arterie, evitando la formazione del colesterolo. A questo si aggiungono specifici effetti per il rafforzamento delle ossa e del sistema muscolare, per il miglioramento della pelle e il contrasto ai radicali liberi, nonché un aiuto al fegato per l’eliminazione delle tossine accumulate.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Spreco di cibo: i numeri in Italia (video)