• GreenStyle
  • Pets
  • Lasciano il cane nel bagagliaio: salvato rompendo i vetri

Lasciano il cane nel bagagliaio: salvato rompendo i vetri

Lasciano il cane nel bagagliaio: salvato rompendo i vetri

Fonte immagine: Pexels

Un cane è stato lasciato nel bagagliaio di una vettura, nei pressi di uno stabilimento balneare: è stato tratto in salvo rompendo i vetro dell'auto.

Hanno deciso di lasciare il cane chiuso in auto, precisamente nel bagagliaio, forse per recarsi al vicino stabilimento balneare. È questa la vicenda che proviene da San Felice Circeo, un comune in provincia di Latina, dove il provato quadrupede è stato tratto in salvo grazie alla segnalazione di un passante. La conferma giunge dalla pagina Facebook dell’associazione Change for Dogs, intervenuta in soccorso dell’animale.

Il ritrovamento del cane è avvenuto attorno alle 14 del 7 luglio. Un giovane, entrando nello stabilimento balneare, ha udito dei lamenti: cercandone la provenienza, ha scoperto come i rumori provenissero dal bagagliaio di un’automobile. Avvisato il personale del Lido, i vetri della vettura sono stati rotti e il cane è stato estratto dal veicolo, in gravi condizioni di salute. Così si legge sulla pagina social:

Un ragazzo entra nel parcheggio di uno stabilimento e sente dei lamenti, inizialmente crede sia un gatto ma poi si accorge che provengono da una macchina, precisamente dal bagagliaio di una merda di macchina. Si avvisa immediatamente il personale del lido e prontamente il vetro viene spaccato. Dentro c’era lui, praticamente morto, lasciato chiuso volontariamente con una temperatura di 50 gradi minimo, da una famiglia che si trovava beatamente in spiaggia a divertirsi. La fortuna ha voluto che era presente una veterinaria della zona, che ha prima rianimato il cucciolo e poi portato d’urgenza in clinica! Prognosi di una settimana, sperando che si salvi.

È necessario ricordare come le auto in sosta sotto il sole, soprattutto durante la stagione estiva, possano trasformarsi in veri e propri forni: la temperatura interna può raggiungere facilmente i 50-70 gradi, causando la morte degli animali domestici presenti. È quindi necessario non lasciare cani e gatti incustoditi nella vettura, anche con i finestrini lievemente abbassati: questa misura, infatti, non è sufficiente per garantire il raffreddamento dell’abitacolo. Il cane protagonista di questa vicenda, così come già accennato, è ora affidato alle cure dei veterinari, mentre l’associazione riporta come per i proprietari sia stata sporta denuncia.

Fonte: LatinaToday

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questi cani sembrano davvero molto arrabbiati, ma poi…