• GreenStyle
  • Pets
  • Lascia eredità cospicua per il canile di Aqui Terme

Lascia eredità cospicua per il canile di Aqui Terme

Lascia eredità cospicua per il canile di Aqui Terme

Un pasticcere di Aqui Terme, morto nel 2016, ha lasciato una grande eredità all'associazione che gestisce il canile di zona e che ha accolto i suoi animali.

Gesto nobile e compassionevole quello di un pasticcere di Acqui Terme, nella provincia di Alessandria, in Piemonte. L’uomo, Luigi Allemanni, alla morte ha deciso di lasciare una generosa cifra all’Associazione per l’assistenza e tutela degli animali abbandonati, legata al canile di zona. Una promessa mantenuta che, al momento della lettura del testamento, non ha sorpreso la presidentessa del gruppo Elide Scazzola. Ma la commozione e la gratitudine non sono di certo mancate, per un atto così pieno di amore che aiuterà i più di cento ospiti della struttura. Un desiderio che si è concretizzato, quello per l’uomo, deceduto un anno fa e noto in tutta la zona come miglior pasticcere della cittadina.

La donazione ha comunque lasciato senza parole l’intero team del canile che, ora, potrà mettere a frutto i centomila euro dell’eredità, effettuando una serie di lavori sempre rimandati per mancanza di fondi.

Il gruppo potrà finalmente riparare e realizzare le coperture per molti box ancora a cielo aperto, operazioni che verranno vagliate insieme al Comune. Lo stesso si è occupato di stanziare negli ultimi due anni circa ottantamila euro, impiegati per la realizzazione e costruzione di cucce e spazi per la cura degli ospiti. Oltre a una sala per l’accoglienza, un’aula per la didattica e uno studio veterinario.

All’interno dello spazio vivono circa cento esemplari tra cani, gatti e una cavia recentemente abbandonata presso il canile. Ultimamente ha trovato ospitalità anche un agnellino scoperto solo e abbandonato, che è stato curato, svezzato e poi adottato positivamente. Alla morte dell’uomo, avvenuta come anticipato l’anno scorso, l’associazione ha preso in carico e adottato anche gli animali di Luigi Allemanni: un cagnolino e alcuni gatti. Il pasticcere amava moltissimo gli esemplari di affezione e, durante la sua vita, ha accolto, ospitato, amato e curato moltissimi randagi. Adottare i suoi amici è stato, per l’associazione, un gesto sentito e immediato.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!