• GreenStyle
  • Pets
  • Lascia il cane in pensione, lo ritrova morto e ricoperto di nastro adesivo

Lascia il cane in pensione, lo ritrova morto e ricoperto di nastro adesivo

Lascia il cane in pensione, lo ritrova morto e ricoperto di nastro adesivo

Fonte immagine: Unsplash

Lascia il cane in una pensione, lo ritrova morto e ricoperto di nastro adesivo tre giorni dopo: ora la proprietaria dell'animale chiede giustizia.

Lascia per tre giorni il suo cane in una pensione, lo ritrova morto e completamente ricoperto di nastro adesivo. È questa la vicenda che qualche mese fa ha coinvolto la proprietaria di un Husky: la donna, ora, chiede che la struttura venga immediatamente chiusa.

Il tutto è accaduto lo scorso 27 dicembre, quando Kristen Kinch – proprietaria di un bellissimo Husky di nome Nova – ha lasciato l’animale in una pensione, in vista di un brevissimo viaggio in Islanda. Tornata in Irlanda il 31 dicembre, la donna si è immediatamente recata alla pensione per ritirare il suo cane, scoprendo però una durissima realtà: non solo l’animale era deceduto, ma lo staff aveva deciso di avvolgerlo in un fitto strato di nastro adesivo.

Così come spiegato dalla stessa proprietaria sulla piattaforma Instagram, e confermato dall’Evening Standard, l’animale stava seguendo una cura per la colite. Prima di lasciarlo nella struttura, il cane era stato visitato accuratamente dal veterinario, il quale aveva rinvenuto delle buone condizioni di salute. Secondo quanto riferito dallo staff della pensione, il P&E Boarding Kennels and Cattery, l’animale sarebbe stato rinvenuto senza vita e con un abbondante sanguinamento dal retto, sarebbe quindi stato chiuso in un sacco e avvolto nel nastro adesivo per evitare di infettare altri cani.

Siamo rimasti completamente scioccati e oltremodo devastati nell’apprende il tutto, all’inizio ho pensato che si trattasse di un orribile scherzo, considerato come avessimo lasciato tre giorni prima un animale in piena salute. […] Mi hanno portato a vedere il mio cane, avvolto in quello che posso descrivere solamente come una palla in un sacco nero, ricoperta di nastro da pacco.

La proprietaria ha deciso di avviare una petizione per chiedere la chiusura della pensione. Lo staff, sempre dalle pagine dell’Evening Standard, ha però sottolineato come questa decisione abbia portato a una situazione di disagio, con insulti e minacce di morte ai proprietari della pensione e alle loro famiglie. Stando a quanto riportato, trovato il cane deceduto la struttura avrebbe immediatamente chiamato un veterinario, il quale avrebbe consigliato ai dipendenti di chiudere ermeticamente l’animale in un sacco per evitare la diffusione del parvovirus. La proprietaria dell’Husky, tuttavia, esclude l’ipotesi di una simile infezione poiché, oltre alla visita veterinaria prima della partenza, il quadrupede è da sempre sottoposto a tutte le vaccinazioni di rito.

View this post on Instagram

On the 27th of December 2018 I brought my husky Nova to P&E boarding kennels to be boarded for 3 days while my family went to Iceland. Nova had an ongoing issue with Colitis and this was being managed with steroids for the last few months successfully, she had been checked by my vet prior to boarding and we had discussed taking her off the steroids as she was responding so well. I gave multiple written and verbal instructions on how the steroid was to be given separately to her food and that she needs to get this twice a day, P&E also advertise that they cater for medication and dogs that need extra care once they are informed in advance. On the 31st of December I went straight from the airport to P&E to collect Nova. I rang 4 times waiting outside to pick her up. Clive answered and told me to come around to the gate when I told him I was here for Nova. Once in, we were told Nova had died - they had found her that morning bloodied in her kennel. We where shocked and beyond devastated at this as we had left a healthy dog in 3 days earlier. I asked the kennels immediately if she had received her medication and I was told she had. They had crushed Nova into what I can only describe as a ball wrapped in a black bag, covered in masking tape. There was no care or empathy in the way she had been handled. It was utterly traumatic and heartbreaking to leave with her like that. We drove straight to the vet and she was horrified, and couldn’t believe there was a 25kg husky crammed in this ball. We confirmed via microchip that it was Nova and made the decision to send Nova for a postmortem in UCD due to the circumstances. I emailed and messaged P&E asking for more information on how she had seemed when she was with them etc. and I still have not received any kind of contact back. Nova was a once in a lifetime kind of dog for me and my family and has left a hole that will always be impossible to fill, she is loved and missed every single day and I hope writing this can stop a similar situation in the future. Clearly these kennels are not fit to provide the levels of care they advertise. #justicefornova

A post shared by Kirsten Kinch (@kirstenkinch) on

Fonte: Evening Standard

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!