Lama: habitat, caratteristiche e 5 curiosità

Lama: habitat, caratteristiche e 5 curiosità

Fonte immagine: Pixabay

I lama sono degli animali da sempre molto amati dall'uomo: ecco le loro caratteristiche, gli habitat preferiti e 5 curiosità insolite sulle loro abitudini.

Il lama è uno degli animali maggiormente impressi nell’immaginario comune. Non solo per il suo simpatico aspetto, ma anche per un singolare fatto legato al suo comportamento. Questo camelide è infatti noto per difendersi da possibili predatori, o da umani troppo fastidiosi, sputando grandi quantità di saliva. Ma quali sono le sue caratteristiche, in quali habitat vive e quali le curiosità sul suo conto?

Quella del lama è una specie oggi disponibile in tutto il mondo, non solo come esemplare da allevamento ma anche da compagnia, tuttavia non bisogna dimenticare come le sue origini siano sudamericane. Di seguito, tutte le informazioni utili.

Lama: habitat e caratteristiche

Lama, profilo

Il Lama glama – comunemente conosciuto come lama – è un camelide nativo del Sudamerica. Si tratta in realtà di un esemplare d’allevamento e domestico, che deriva dal Guanaco, con cui condivide gran parte delle caratteristiche. Per quanto esistano dei branchi di lama selvatici, nella maggior parte dei casi si tratta di esemplari derivati da precedenti fughe da allevamenti.

Allevato sin dall’epica preispanica, il lama rappresentava uno degli animali da soma più diffuso in Sudamerica, in particolare in Peru, Cile ed Ecuador. Questi tre Stati conservano tutt’oggi gli habitat ideali per la proliferazione della specie. I lama tendono infatti a preferire gli estesi altipiani di questa regione, anche ad altezze molto elevate, e non temono particolarmente il freddo grazie al loro folto manto.

Con altezze tra i 96 e 120 centimetri, questa specie si caratterizza per un corpo tozzo e robusto, capace di trasportare pesi importanti, e per un lungo collo. Il muso è affusolato e snello e le orecchie lunghe e appuntite. I lama possono presentare un pelo sia lungo che corto, a seconda delle ibridazioni. Nel primo caso i quadrupedi venivano allevati per ricavarne vello e filati, nel secondo venivano preferiti invece come animali da soma.

Proprio poiché allevati sin da tempi immemori, i lama tendono a non temere la presenza dell’uomo. Sono animali che amano socializzare facilmente, possono contare su uno spirito giocoso ed energico e, se non disturbati, conducono una vita perlopiù pacifica. Sul fronte dell’alimentazione, prediligono erbe d’altipiano, germogli, licheni e funghi.

5 curiosità

Lama

Dato il loro aspetto singolare e il comportamento socievole, i lama sono stati a lungo oggetto di osservazione e di studio da parte dell’uomo. Animali molto intelligenti, presentano delle peculiarità uniche all’interno dell’universo dei camelidi, quali la capacità di adattarsi alle elevate altitudini. Ma non mancano nemmeno le curiosità sul loro conto, ecco le cinque più note:

  • Sputo: per difendersi dai predatori, o da umani che li infastidiscono, i lama ricorrono allo sputo. Questi animali producono una sostanza vischiosa e maleodorante, data dalla mescolanza tra saliva e alimenti non del tutto digeriti: per scacciare l’avversario, mirano sempre al volto e agli occhi;
  • Feci comunitarie: i lama espletano i loro bisogni fisiologici sempre nello stesso posto. Tutto il branco sceglie la medesima posizione per feci e orina, tanto che si possono venire a formare delle piccole montagnette, alte anche oltre 30 centimetri. Non è ancora chiara l’origine del fenomeno di queste “feci comunitarie”, ma è utile all’ambiente. In questi spazi il terreno è molto fertile e cresce una ricchissima vegetazione;
  • Identificazione: nell’immaginario comune, lama e alpaca vengono identificati come la medesima specie. In realtà, si tratta di due animali ben distinti: l’alpaca presenza un manto più fitto e morbido, spesso accompagnato da un ciuffo sul muso. La testa è inoltre più tonda;
  • Niente gobba: a differenza di altri camelidi, come i cammelli, i lama non presentano la gobba. Questo perché vivono in habitat mediamente freddi e ricchi di corsi d’acqua: non hanno quindi bisogno di accumulare grandi riserve di questo liquido;
  • Anticorpi: la specie dispone di anticorpi molto efficaci per combattere le più svariate infezioni batteriche e virali. Per questo motivo sono sempre oggetto di studi e analisi, per la creazione di anticorpi monoclonali utili all’uomo. Dai lama, ad esempio, si sta sviluppando una cura contro il coronavirus.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Gli ululati dei lupi risuonano tra le strade del paese