La spesa di maggio: frutta e verdura detox per ripartire

La spesa di maggio: frutta e verdura detox per ripartire

Fonte immagine: Istock

Il carrello questo mese si riempie di colori per un cestino carico di cibi detossinanti per depurare l'organismo e prepararlo all'estate.

Si sta avvicinando il momento in cui finalmente vedremo riaperti i cancelli e, comunque, se così non dovesse essere, la stagionalità non può essere fermata e fra poco entreremo a pieno titolo nell’estate; ecco perché nella spesa di maggio sono previste frutta e verdure altamente detox per far ripartire il nostro organismo con il piede giusto dopo averlo sottoposto all’inverno e allo stress da isolamento forzato. Il carrello del mese è pieno di prodotti ortofrutticoli nutrienti e ricchi d’acqua: l’ideale per eliminare le tossine, fare il pieno di vitamina C e contribuire a tenere sotto controllo l’odiatissima ritenzione idrica. Una piccola tip: l’impegno detox parte già dalla colazione, preparate una centrifuga a base di arancia, limone e zenzero!

La spesa di maggio: fragole e cicoria

La spesa di maggio: fragole e cicoria
Fonte: Istock

Ci siamo: è il momento di riempire il carrello per la spesa del mese. A maggio le temperature iniziano ad alzarsi e a tavola si ha piacere a consumare qualcosa di leggero e fresco come insalatebruschetteverdura cruda e tanta frutta. Siamo di fronte al reparto ortofrutticolo, come riempiamo il carrello?

La frutta di maggio

In quanto a frutta ci si può davvero sbizzarrire: nespole e fragole sono le regine, ma per chi ha pazienza sono in arrivo anche le ciliege. Ricche di vitamina C – che è un prezioso antiossidante – e calcio sono fra le più amate della categoria, soprattutto per i più temerari che decidono di mescolarle in un’originalissima macedonia. Nella spesa di maggio non possono mancare anche kiwi, arance, mele, pere, pompelmo, lamponi, banane, albicocche e amarene: da consumare in centrifuga o provando a farne una marmellata senza zuccheri da provare la mattina spalmata su fette biscottate integrali. Per i più coraggiosi c’è anche l’opzione granita da sfoderare ai primi caldi.

La verdura di maggio

Nel carrello della verdura (ma non solo, allarghiamo il raggio d’azione anche ai legumi) fave e piselli così come patate novelle, asparagi, agretti (o barba di frate), borragine, cicoria, crescione, cipollotti, finocchi, luppolo, ortica, rucola, spinaci, tarassaco, lattuga, ravanelli, carciofi, sedano e barbabietole.  Le fave sono legumi tipici di maggio, poco caloriche e molto ricche di vitamina B, di fibre, ferro e proteine; i piselli verdi e freschi, fra i legumi con il più alto tasso di proteine, sono ricchi di vitamine A e B1, di fosforo, potassio, sodio, magnesio e ferro; la cicoria è da provare saltata in padella con un po’ d’aglio e di peperoncino, una ricetta rodata che fa sempre bene all’organismo grazie anche alle proprietà dei singoli ingredienti.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: nona lezione