La Puglia dice basta: al bando la plastica monouso dai lidi

La Puglia dice basta: al bando la plastica monouso dai lidi

Fonte immagine: Pixabay

La Puglia mette al bando la plastica monouso dai suoi lidi: lo annuncia via Facebook il presidente di Regione Michele Emiliano.

La Puglia dice basta alla plastica sulle spiagge. Lo comunica il presidente di Regione Michele Emiliano che tramite i propri social annuncia l’ordinanza in arrivo.

Emiliano ha scritto su Facebook:

La Puglia sarà la prima regione in Italia a vietare l’utilizzo di materiale plastico non riciclabile nei lidi: tutti gli stabilimenti balneari dovranno rinunciare alla plastica monouso in favore di materiale compostabile e quindi ecocompatibile. I rappresentanti degli stabilimenti balneari hanno condiviso all’unanimità la decisione di dire stop sin da questa stagione estiva. È un risultato prezioso per l’equilibrio futuro del nostro ambiente marino.

Dall’estate 2019 sarà dunque vietata la vendita nei lidi pugliesi di contenitori in plastica monouso. L’inquinamento di plastica nei nostri mari, definito “marine litter“, ha raggiunto ormai livelli insostenibili.

Basti pensare che l’inquinamento cresce al ritmo di un camion scaricato in mare al minuto, e di questo passo rischiamo di avere più plastica che pesce in mare entro il 2050. Secondo l’associazione ambientalista italiana, Legambiente, è proprio la plastica monouso il materiale più diffuso sulle spiagge italiane.

Più dell’80% del “beach litter” diffuso sulle spiagge è formato da materiali in plastica: parliamo di tappi di bottiglia, bottigliette, bicchieri e cannucce (tra gli elementi più trovati sui lidi insieme alle reti da pesca). Oggetti inferiori ai 50 centimetri di diametro ma che rendono, sempre di più, le nostre spiagge inquinate.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Raccolta beach litter: intervista con Laura Brambilla – Legambiente