• GreenStyle
  • Pets
  • Pancreatite nei cani: sintomi, terapie e prevenzione

Pancreatite nei cani: sintomi, terapie e prevenzione

Pancreatite nei cani: sintomi, terapie e prevenzione

La pancreatite è una patologia che investe il pancreas con conseguenze dannose e dolorose per il cane, spesso date da una dieta sbagliata o dalla genetica.

Tra le problematiche che colpiscono e debilitano la salute del cane vi è la pancreatite, un’infiammazione del pancreas. La ghiandola presente nell’addome in prossimità di stomaco, fegato e intestino, spesso è colpita all’improvviso da questa malattia debilitante. Il ruolo del pancreas è quello di produrre enzimi per la digestione, quindi insulina indispensabile per la regolazione dei livelli di zucchero nel sangue. Infine il pancreas produce una serie di sostanze utili a eliminare l’ambiente acido del tratto gastrointestinale superiore.

La pancreatite incide negativamente sulla salute dell’organo, sul suo normale e regolare funzionamento, favorendo un’infiammazione dello stesso e la produzione prematura di enzimi. Quindi un versamento di succhi nell’addome, al posto dell’intestino, che contribuisce a irritare lo stesso ma anche gli organi adiacenti. Le motivazioni sono diverse e, secondo alcuni studi, i cani domestici risulterebbero i più esposti.

Cause e Sintomi della Pancreatite nel Cane

Veterinario
Husky Puppy At Vet via Shutterstock

L’entità della pancreatite può essere lieve o grave, può giungere all’improvviso (acuta) oppure presentarsi lentamente nel tempo (cronica). L’origine spesso è incerta, molti studiosi rimangono perplessi sulle reali cause che conducono alla patologia. Tra queste hanno individuato motivazioni di tipo fisico come danni da urto, ad esempio incidenti, cadute pericolose e colpi violenti. Ma anche un’origine di tipo alimentare conseguente all’ingestione di cibi molto grassi, quindi un bilanciamento errato tra quantità e qualità del cibo assunto.

Quindi predisposizioni di tipo genetico, l’assunzione di farmaci come ad esempio i corticosteroidi, tumore del pancreas, malattie di tipo ormonale o addominale, diabete e problematiche legate all’avanzare dell’età. L’insufficienza che ne deriva porta gli enzimi a svolgere erroneamente il loro compito, causando un auto-digestione dell’organo e dei tessuti vicini. I sintomi più frequenti sono comuni sia alla fase acuta che cronica, nel secondo caso si presentano gradualmente nel tempo. I più noti sono vomito, inappetenza, letargia, dolore addominale, abbattimento e debolezza, disidratazione e assenza di sete, quindi diarrea, febbre, dolore addominale e infezione diffusa anche degli organi circostanti.

Terapia per la Pancreatite nei Cani

Vi è una predisposizione naturale a sviluppare la patologia per i cani affetti da diabete, oppure sindrome di Cushing e ipotiroidismo. Ma anche un eccesso di peso corporeo e una dieta sbagliata. La diagnosi avviene tramite esami approfonditi come test clinici, radiografie e ecografia dell’addome. La terapia di tipo farmacologico viene applicata per ridurre la disidratazione e ristabilire l’equilibrio enzimatico, oltre alla gestione del dolore. Quindi l’introduzione di una dieta povera di grassi e proteine, ma ricca di fibre. Indispensabile interpellare il veterinario di fiducia che potrà consigliare sulla terapia più efficace.

Seguici anche sui canali social