• GreenStyle
  • Auto
  • La Nissan propone l’auto elettrica ricaricabile wireless

La Nissan propone l’auto elettrica ricaricabile wireless

La Nissan propone l’auto elettrica ricaricabile wireless

Un anno è passato dalla dichiarazione quasi visionaria dei vertici Nissan, che avevano espresso l’intenzione di sviluppare dei modelli di veicoli elettrici in grado di ricaricare le proprie batterie in maniera del tutto wireless. E ora, la stessa Nissan afferma di aver sviluppato una tecnologia in grado di ricaricare veicoli senza l’ausilio di alcun cavo. […]

Un anno è passato dalla dichiarazione quasi visionaria dei vertici Nissan, che avevano espresso l’intenzione di sviluppare dei modelli di veicoli elettrici in grado di ricaricare le proprie batterie in maniera del tutto wireless. E ora, la stessa Nissan afferma di aver sviluppato una tecnologia in grado di ricaricare veicoli senza l’ausilio di alcun cavo.

Finora uno dei limiti alla comodità dei veicoli elettrici era la necessità di portare con se ingombranti cavi elettrici, da dover ogni volta collegare, in fase di parcheggio, alla rete elettrica. Problema aggravato dalla relativa poca autonomia di molti veicoli elettrici, che quindi necessitano spesso di essere ricaricati.

La gamma di vetture elettriche ZEV (Zero Emission Vehicle) della Nissan, che verrà presentata in agosto 2009 e commercializzata in Europa dal 2012, invece, propone per la prima volta la possibilità di ricaricare la propria vettura all’interno di spazi di parcheggio appositamente allestiti, senza l’impiego di cavi.

La ricarica induttiva, che permette questo apparente prodigio, sfrutta “semplicemente” un sistema di campi elettromagnetiche e di bobine, già in uso, in dimensioni decisamente ridotte, per la ricarica di comuni spazzolini elettrici.

Il sistema che sarà applicato alle ZEV presenta ancora forti limiti. A partire dall’efficienza energetica della ricarica wireless, inferiore a quella da cavo, che fa si che il sistema possa al momento plausibilmente essere utile solo per essere adottato in punti di ricarica per strada, lasciando invece il sistema a cavo per le ricariche domestiche.

Ma la tecnologia, secondo le speranze della stessa Nissan, da adito a grandi aspettative per i futuri sviluppi. Per quanto si tratti di “quasi-fantascienza”, infatti, i vertici della casa automobilistica auspicano che prima o poi il sistema possa svilupparsi in un sistema di ricarica fatto di “basi” posizionate sui tetti delle vetture, in grado di ricaricare le batterie in movimento.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Nissan e-NV200, il concept