• GreenStyle
  • Salute
  • La Dieta Mediterranea fa vivere più a lungo: mortalità -25%

La Dieta Mediterranea fa vivere più a lungo: mortalità -25%

La Dieta Mediterranea fa vivere più a lungo: mortalità -25%

La Dieta Mediterranea aiuta a ridurre del 25% la mortalità negli over 65, a sostenerlo uno studio italiano.

La Dieta Mediterranea si conferma alleata della salute. A confermarlo sono i dati provenienti dal Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione dell’Irccs Neuromed di Pozzilli, in Molise, secondo i quali il mangiar bene all’italiana permetterebbe di ridurre il tasso di mortalità negli over 65 del 25%.

Come pubblicato sulla rivista scientifica British Journal of Nutrition, lo studio molisano ha analizzato il rapporto tra Dieta Mediterranea e mortalità in relazione a oltre 5 mila adulti over 65 partecipanti alla ricerca “Moli-sani” (che vede partecipare un totale di circa 25 mila persone). I risultati sono stati confrontati anche con quelli ottenuti da altre ricerche, condotte in differenti Paesi del mondo e che hanno coinvolto 12 mila individui.

I benefici della Dieta Mediterranea per il cuore, la circolazione e la riduzione della mortalità anche in età avanzata verrebbe confermata anche in seguito alle inevitabili variazioni, imposte dall’avvento della grande distribuzione, occorse negli ultimi decenni. Come ha spiegato Marialaura Bonaccio, prima firma dello studio e ricercatrice presso il Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione dell’Irccs Neuromed di Pozzilli:

La novità del nostro studio sta nell’aver puntato la lente d’ingrandimento su popolazioni over 65. Sappiamo da tempo che la dieta mediterranea è efficace nella riduzione del rischio di mortalità nella popolazione generale, ma non sapevamo ancora quanto potesse esserlo anche per gli anziani.

I dati dello studio Moli-sani mostrano chiaramente che un modello tradizionale di dieta mediterranea, ricco di frutta, verdura, pesce, legumi, olio di oliva e cereali, poca carne e latticini e un moderato consumo di vino ai pasti, si associa a una importante riduzione media del 25% della mortalità per tutte le cause, con vantaggi, in particolare, per la mortalità cardiovascolare e cerebrovascolare.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social