La bicicletta elettrica che mangia l’inquinamento e produce ossigeno

La bicicletta elettrica che mangia l’inquinamento e produce ossigeno

Uno studio thailandese ha inventato una bicicletta elettrica in grado di assorbire l'inquinamento e produrre ossigeno.

Da anni gli ambientalisti di tutto il mondo continuano a ribadire che il mezzo migliore per ridurre l’inquinamento delle nostre città sia la bicicletta. A nessuno però era venuto in mente che la funzione delle biciclette potesse essere non solo evitare le emissioni di CO2, ma addirittura assorbirle.

Ci hanno pensato in Thailandia, e più precisamente lo studio creativo Lightfog di Bangkok, il quale ha creato una bicicletta elettrica unica al mondo. Sfruttando il sistema della fotosintesi, la e-bike thailandese è in grado di purificare l’aria letteralmente “mangiandosi” l’inquinamento. Ovviamente il progetto per adesso è ancora al livello di concept, ma è molto promettente.

In sostanza questo mezzo prevede un filtro dell’aria montato sul manubrio e un sistema di fotosintesi sotto il sellino in grado di generare ossigeno sfruttando una reazione chimica di base tra acqua ed elettricità. Il tutto alimentato da una normale batteria agli ioni di litio.

Quando la bicicletta è utilizzata in modalità elettrica funziona come una pianta: il filtro dell’aria assorbe la CO2 e le particelle sottili, il meccanismo fa scattare la reazione chimica e la produzione non è altro che ossigeno.

Essendo montato su una bicicletta dalle dimensioni normali, si intuisce che la quantità di aria pulita prodotta da un singolo mezzo non può essere molto rilevante. Moltiplicata per migliaia di biciclette in tutta la città, ecco che il risultato può avere però il suo peso.

Il concept è ancora a livello di prototipo e ha bisogno di ulteriori aggiustamenti, dunque è ben lontano dall’entrare sul mercato. Tuttavia lo erano anche le prime auto elettriche solo pochi anni fa, e prima di loro anche le auto tradizionali a inizio secolo scorso, e persino le biciclette comuni nell’800, dunque chissà che nel giro di pochi anni non riusciremo a ripulire l’aria delle nostre città semplicemente pedalando.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Green Microcycle, come funziona l’accumulatore