• GreenStyle
  • Pets
  • Koala e incendi in Australia: donazioni da 1 milione di dollari

Koala e incendi in Australia: donazioni da 1 milione di dollari

Koala e incendi in Australia: donazioni da 1 milione di dollari

Fonte immagine: Pixabay

Gli incendi in Australia stanno decimando la popolazione di koala, con 350 esemplari deceduti: è stato raccolto 1 milione di dollari per la loro tutela.

È sempre più drammatica la situazione dei koala in Australia, una popolazione di delicati animali divenuta vittima degli incendi che, da settimane ormai, stanno devastando il continente. Più di 350 esemplari sono purtroppo morti a causa delle fiamme, in molti casi arsi vivi, mentre le organizzazioni attive sul territorio stanno facendo di tutto per trarne in salvo il più possibile. Giunge però una prima e positiva notizia sul fronte della tutela di questi fragili esemplari: sono arrivati oltre 1 milione di dollari in fondi per la loro protezione.

La campagna è nata spontaneamente dalle comunità del Nuovo Galles del Sud e del Queensland, le zone più colpite dagli incendi. Grazie all’apertura di una pagina di crowdfunding su GoFundMe, sono stati raccolti ben 1.1 milioni di dollari australiani – circa 680.000 euro – che verranno gestiti dal Koala Hospital di Port Macquarie, per il recupero tempestivo degli animali ancora a rischio.

Così come già accennato, sono oltre 350 i koala che sono deceduti a causa delle fiamme, mentre molti altri si trovano gravemente feriti, con ustioni su tutto il corpo, problemi respiratori e gravi forme di disidratazione. Così come riferisce Repubblica, anche per gli stessi veterinari provvedere alla loro cura è difficile, poiché si tratta di animali traumatizzati che necessitano di sedazione prima di qualsiasi intervento. Così spiega Christeen McLeon, del gruppo Koalas In Care:

Questi animali sono estremamente stressati e li dobbiamo sedare per poterli medicare, perché vogliono mordere e attaccarci. Per la nostra sicurezza e per il loro bene, devono essere sedati.

Non è dato sapere quando le fiamme saranno definitivamente spente, con oltre 60 focolai ancora accesi: la situazione meteorologica è molto difficile da gestire, poiché l’Australia sta vivendo una primavera estremamente calda, con picchi di temperature anche di 45 gradi.

Fonte: Repubblica

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Gli ululati dei lupi risuonano tra le strade del paese