Italiani sempre più green, anche grazie a Greta

Italiani sempre più green, anche grazie a Greta

Gli italiani si dichiarano più impegnati nel mettere in atto comportamenti sostenibili, i giovani anche grazie all'ispirazione offerta da Greta Thunberg.

Aumenta il numero di italiani che adotta comportamenti green. Sono circa 42,5 milioni coloro che hanno deciso di fare qualcosa per aiutare l’ambiente e contribuire alla lotta ai cambiamenti climatici. A sostenerlo un’indagine condotta da mUp Research e Norstat per conto del portale Facile.it. Cresce l’attenzione per i prodotti sfusi, mentre tra i giovani l’esempio di Greta ha stimolato la diffusione di una mentalità ecologista.

Cambia il modo di fare la spesa degli italiani, più attenti all’acquisto di prodotti sfusi (modalità utilizzata da oltre 11,7 milioni di italiani) e di alimenti biologici o a km zero (scelti dal 43,% degli intervistati). Il 23,5% di chi ha risposto (equivalente a 11,3 milioni di italiani) ha dichiarato di aver coltivato frutta od ortaggi direttamente nel proprio orto domestico.

A favorire l’attenzione agli sprechi anche il risvolto economico, come mostrato anche dalle dichiarazioni degli intervistati: il 73,5% ha ridotto durante il 2019 l’utilizzo di acqua, il 68,6% di elettricità mentre il 61,7% di carta. La metà degli italiani produce meno rifiuti domestici e punta al riutilizzo di alimenti o materiali di scarto.

Risparmio energetico che è passato anche per il ricambio di elettrodomestici (effettuato da 16 milioni di italiani) o per l’efficientamento della prestazione energetica della propria abitazione (14 milioni).

Gli over 25 tendono maggiormente a impegnarsi per la sostenibilità all’intento della propria abitazione, mentre tra i 18 e i 24 è forte l’impegno esterno a livello di relazioni sociali, informazione attiva su temi legati alla sostenibilità e partecipazione a manifestazioni per il clima. Tra i giovani alta la percentuale di chi cerca di sensibilizzare parenti e amici sull’ambiente (59,5%), mentre arriva al 73,6% la quota di chi è attento a non sporcare quando è fuori casa.

Tra le motivazioni che hanno spinto ad adottare comportamenti green spicca con l’83% quella di contribuire con il proprio impegno alla difesa dell’ambiente, segue con il 56% l’idea di farlo a favore delle generazioni future. Per risparmio economico è la ragione che spinge soprattutto gli over 45.

A motivare i più giovani (fascia d’età 18-24) sarebbe stato l’esempio offerto da Greta Thunberg, con 1 su 4 di loro avvicinatosi alla causa climatica proprio ispirandosi all’ambientalista svedese. Limitata la quota di chi ha dichiarato di non volersi impegnare, per il 29,9% a causa di motivi legati ai costi economici.

Fonte: Adnkronos

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Renzo Pedretti – Corteva Agriscience