Isole Galapagos minacciate da pescatori cinesi

Isole Galapagos minacciate da pescatori cinesi

Fonte immagine: Unsplash

Isole Galapagos prese d'assalto da pescatori cinesi, pronti a depredarne le specie protette: è quanto annunciano le autorità locali.

Le isole Galapagos sono sempre più minacciate da pescatori cinesi. Questo paradiso di biodiversità, appartenente all’Ecuador e già inserito nei luoghi protetti dall’UNESCO, subisce infatti sempre più l’azione di pescherecci esteri, pronti a depredarne le risorse. Ben 260 imbarcazioni sono state identificate dalle autorità locali, nel tentativo di entrare nelle acque protette.

La situazione è sempre più preoccupante, poiché le navi si manterrebbero perlopiù a ridosso delle acque internazionali, in una sorta di zona grigia dove le forze dell’ordine dell’Ecuador non possono far valere i loro poteri. Ma la distanza non è sufficiente per proteggere la biodiversità delle Isole, che rischia così di scomparire. Yolanda Kakabadse, ex Ministro dell’Ambiente, ha così dichiarato:

La grandezza di queste navi e la loro aggressività contro le specie marine rappresenta una grave minaccia per l’equilibrio della fauna delle Galapagos.

Non è la prima volta che imbarcazioni cinesi violano i confini delle acque internazionali per pescare specie marine protette. Solo pochi giorni fa la scoperta di un grande assembramento di navi cinesi nel Pacifico, per la caccia a un raro calamaro, con flotte che eludono i radar spegnendo ogni sistema radio obbligatorio di riconoscimento. Nelle Galapagos, invece, nel 2017 una nave è stata bloccata dalle autorità per aver pescato 300 tonnellate di pesce, tra cui anche degli squali rari. Roque Sevilla, ex sindaco di Quito, ha commentato negativamente ciò che sta accadendo:

Le navi cinesi non verificate, che pescano sul confine dell’area protetta, stanno rovinando gli sforzi dell’Ecuador per proteggere la vita marina nelle Galapagos.

Critico anche Oswaldo Jarrin, Ministro della Difesa:

Siamo in allerta, stiamo sorvegliando, pattugliamo il mare per evitare incidenti come quello accaduto nel 2017.

Lenin Moreno, il Presidente dell’Ecuador, ha deciso di lanciare una campagna social per denunciare ciò che sta accadendo nelle isole, con l’hashtag #SOSGalapagos. Il Presidente si consulterà con Colombia, Perù, Cile, Panama e Costa Rica per una strategia comune contro le navi cinesi.

Fonte: EcoWatch

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be