Io Riciclo: TIM lancia raccolta di smartphone usati

Io Riciclo: TIM lancia raccolta di smartphone usati

Fonte immagine: inthesky / Pixabay

Al via Io Riciclo, il progetto che TIM ha organizzato per la raccolta di smartphone usati destinati ad essere riutilizzati a vantaggio dell'ambiente.

Io Riciclo è il nome di un’iniziativa progettata da TIM per raccogliere gli smartphone e in generale i device tecnologici usati. All’insegna della protezione dell’ambiente, da sabato 21 ottobre si potrà aderire a questa novità che propone la possibilità di riciclare i dispositivi ormai in disuso.

La formula utilizzata dal progetto è uno contro zero: i clienti possono consegnare i propri cellulari inutilizzati e non avranno neppure l’obbligo di acquistare un nuovo prodotto. Possono lasciarli in un apposito contenitore disposto per l’occorrenza presso alcuni negozi TIM di diverse città italiane. Nella capitale i punti vendita interessati si trovano in via Alberto Pollio 50, in via del Corso 87 e in via dell’Oceano Pacifico 83.

La nota azienda vuole espandersi sempre di più nell’ambito di un’ottica di sostenibilità. Si propone di arrivare a combattere la cattiva pratica di gettare i dispositivi tecnologici non utilizzati tra i rifiuti comuni, creando danni ambientali inestimabili.

I vari device che saranno raccolti nei negozi verranno sottoposti ad un processo di riciclo. Si stima che da uno smartphone si riescano a recuperare diverse quantità di metalli. Facendo una media si tratterebbe di 9 grammi di rame, di 250 mg di argento, di 24 mg di oro, di 9 mg di palladio. A questi si aggiungerebbero 11 grammi di ferro e 65 grammi di plastica.

I vantaggi che si ricaverebbero da questo progetto sono tanti, proprio in vista della tutela dell’ambiente. Si può risparmiare nell’acquisto di materie prime grazie al recupero di materiali già utilizzati, si possono ridurre le emissioni di gas nocivi per l’atmosfera e si possono avere delle importanti ricadute a livello occupazionale per l’espansione del settore che riguarda il trattamento dei RAEE.

L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con Remedia, un consorzio no profit che si occupa della gestione dei rifiuti elettrici ed elettronici.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Dieci anni di Ecodom: intervista a Marco Gisotti