Inquinamento: polveri sottili, procedura di infrazione UE per l’Italia

Inquinamento: polveri sottili, procedura di infrazione UE per l’Italia

Fonte immagine: iStock

Nuova procedura dell'Unione Europea per l'inquinamento atmosferico in Italia, rea di aver superato i livelli di polveri sottili PM2,5.

Italia di nuovo al centro di una procedura di infrazione UE per quanto riguarda l’inquinamento atmosferico. Alle già avviate iniziative per lo sforamento continuo dei livelli di PM10 e ossido di azoto si aggiunge quella relativa alle polveri sottili PM2,5.

L’iter prevede ora che l’Italia abbia due mesi di tempo per rispondere alla “messa in mora” da parte della Commissione Europea. Se così non fosse l’UE proseguire con la procedura di infrazione inviando al governo italiano un parere motivato. Lo stesso procedimento è stato avviato anche per la Croazia.

L’inquinamento atmosferico da PM2,5 riguarda soprattutto l’area padana e le Regioni del Nord Italia. Tra queste Lombardia e Veneto, con Milano, Venezia e Padova tra le città più inquinate da polveri sottili.

Come sottolineato dalle autorità europee lo smog agisce da fattore di rischio e da aggravante per diverse patologie. Si tratta di malattie che coinvolgono l’apparato respiratorio e/o quello cardiovascolare.

Inquinamento atmosferico e Covid-19

L’inquinamento atmosferico aggrava la sintomatologia da Covid-19 e ne aumenta il tasso di mortalità. L’esistenza di una connessione tra smog e morti da Coronavirus è stata avanzata da un gruppo di ricercatori internazionali, il cui studio è stato pubblicato su Cardiovascular Research.

In Italia il tasso di mortalità da Coronavirus aumenta del 15% a causa della scarsa qualità dell’aria. La media UE è del 19%, mentre per gli Stati Uniti la percentuale è del 17%. Più grave rispetto al Bel Paese la situazione in Germania (26%), Francia (18%) e Svezia (16%). L’incidenza dello smog sulle morti da Covid-19 è inferiore ad esempio nel Regno Unito (14%), in Brasile (12%) e in Portogallo (11%).

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Ventotene e il dissalatore: l’editoriale di Pecoraro Scanio