Inquinamento: crea batteri resistenti ai farmaci secondo report ONU

Inquinamento: crea batteri resistenti ai farmaci secondo report ONU

Fonte immagine: 127071 / Pixabay

L'inquinamento ambientale sarebbe alla base della formazione di batteri resistenti ai farmaci, secondo un rapporto presentato all'Assemblea ambientale ONU.

L’inquinamento ambientale sarebbe capace di determinare la diffusione di batteri resistenti ai farmaci. Si tratta di una questione da non sottovalutare e la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità sta esaminando la situazione a livello globale.

Si stima che ogni anno in tutto il mondo circa 700 mila persone muoiano a causa di infezioni batteriche che non rispondono alle cure attualmente disponibili. È il fenomeno della resistenza agli antibiotici. Gli esperti pensano che bisogna valutare fino in fondo quali siano le cause del fenomeno.

Sono state compiute sull’argomento diverse ricerche scientifiche, che hanno individuato un ruolo essenziale svolto dall’abuso di antibiotici sia presi dall’uomo che utilizzati nell’agricoltura. Ci sarebbe però anche un ruolo fondamentale svolto dall’inquinamento ambientale.

Secondo il report Frontieres, presentato all’Assemblea ambientale dell’ONU dall’UNEP, la scoperta sarebbe incredibile, perché noi stessi esseri umani stiamo contribuendo decisamente allo sviluppo dei super batteri a causa dell’inquinamento ambientale. Nel documento presentato all’assemblea dell’ONU si possono leggere le seguenti parole:

Il rilascio nell’ambiente di livelli sub-letali di vari composti antimicrobici attraverso le acque reflue di famiglie e ospedali e nel dilavamento agricolo, combinato con il contatto diretto tra comunità batteriche naturali e batteri presenti negli scarichi, sta determinando l’evoluzione microbica e l’emergere di più ceppi resistenti.

È vero che nell’ultimo secolo l’uso e l’abuso di antibiotici sono aumentati del 36% e i farmaci utilizzati per il bestiame si calcola che dovrebbero subire un aumento del 67% entro il 2030. Secondo il report dell’ONU, circa l’80% di questi farmaci è espulso dal corpo insieme ai batteri che si sono rivelati resistenti ai medicinali. Gli scienziati avvertono che bisogna intervenire affrontando soprattutto il problema dell’uso corretto dei farmaci e del loro smaltimento, considerando il ruolo svolto dall’inquinamento ambientale.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Opera2030 Open Day II “Truth News and Good Actions”