• GreenStyle
  • Salute
  • Inquinamento atmosferico: smog aumenta del 50% mortalità dei neonati

Inquinamento atmosferico: smog aumenta del 50% mortalità dei neonati

Inquinamento atmosferico: smog aumenta del 50% mortalità dei neonati

L'inquinamento atmosferico influisce sul rischio di mortalità prematura di neonati e bambini fino a un anno di età: i dati della Cardiff University.

L’inquinamento atmosferico aumenta il rischio di mortalità entro il primo anno nei neonati. A sostenerlo uno studio della Cardiff University School of Medicine, secondo il quale lo smog rappresenta una seria minaccia con un incremento del pericolo tra il 30 e il 50%. Lo studio ha visto l’analisi dei dati di circa 8 milioni (7.984.366) di bambini nati e deceduti in Inghilterra e Galles tra il 2001 e il 2012.

Secondo le analisi condotte dai ricercatori sarebbero tre gli agenti inquinanti responsabili dell’incremento di rischio per i neonati al di sotto di un anno: biossido di azoto (NO2), emesso soprattutto dalle auto alimentate con carburante diesel, polveri sottili (PM10) e biossido di zolfo (SO2). Se le prime due sostanze derivano soprattutto dal traffico, l’ultima è prodotta attraverso la combustione di carbone, olii e gas.

I profili dei bambini sono stati analizzati in relazione alla concentrazione di inquinamento atmosferico in 35mila piccole aree, ciascuna simile per estensione e con densità abitativa approssimativa di 1500 residenti o di 650 famiglie. I dati sullo smog sono stati ricavati da quelli forniti dal Department for Environment, Food and Rural Affairs, attraverso i quali è stato valutato il livello di sostanze inquinanti aeree per ciascuna zona. In base ai risultati ottenuti, nelle aree più inquinate:

  • Incremento del rischio di mortalità tra il 20 e il 40% nei bambini entro un anno;
  • Un rischio tra il 20 e il 40% di mortalità neonatale (entro il 28esimo giorno di vita);
  • Rischio di mortalità prematura tra il 30 e il 50% nei neonati tra 28 giorni e un anno di vita.

Differenti risultati nelle aree esposte a differenti tipologie di inquinamento atmosferico:

  • Mortalità superiore del 7% nelle aree con picchi di NO2, +4% in caso di PM10 e +19% con inquinamento da SO2;
  • Rischio +21% di morti neonati nelle zone con inquinamento da SO2, ma livelli non elevati di NO2 e PM10;
  • Mortalità tra i 28 giorni e l’anno di vita +11% con picchi di NO2, +12% per alte concentrazioni di PM10 e 15% in caso di picchi di SO2.

Fonte: Cardiff University School of Medicine

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Scrub mani e corpo fai da te