Inquinamento atmosferico: l’aria peggiore al mondo si respira in India

Inquinamento atmosferico: l’aria peggiore al mondo si respira in India

Si trovano in India 22 delle 30 città più inquinate al mondo: nel subcontinente indiano anche la peggiore in assoluto, Gurugram.

Appartengono all’India 7 delle 10 città più inquinate al mondo. A denunciarlo un rapporto presentato da IQAir AirVisual e Greenpeace, secondo il quale la località soggetta ai livelli di inquinamento più elevati è Gurugram, nel sud-ovest indiano. L’unica non-indiana tra le prime cinque è Faisalabad, che si trova in Pakistan, che si trova al terzo posto.

La classifica è stata stilata sulla base del livello di PM2.5 attribuito a ciascuna città. Ecco quali sono le 10 località più inquinate al mondo:

  1. Gurugram (India), punteggio 135,8;
  2. Ghaziabad (India), 135,2;
  3. Faisalabad (Pakistan), 130,4;
  4. Faridabad (India), 129,1;
  5. Bhiwadi (India), 125,4;
  6. Noida (India), 123,6;
  7. Patna (India), 119,7;
  8. Hotan (Cina), 116,0;
  9. Lucknow (India), 115,7;
  10. Lahore (Pakistan), 114,9.

Non si tratta soltanto di costi in termini di salute pubblica, elevati secondo le stime sottolineate da Greenpeace, ma anche in termini di impatto economico. Come ha spiegato Yeb Sano, direttore esecutivo Greenpeace Southeast Asia:

Ciò ha un enorme impatto sulla salute e sui nostri portafogli. In aggiunta al costo in vite umane c’è un costo di 225 miliardi di dollari in termini di lavoro e di triliardi in termini di costi sanitari.

Estendendo alle prime 30 posizioni ben 22 sono occupate da città indiane, mentre 5 si trovano in Cina, 2 in Pakistan e 1 in Bangladesh. Secondo quanto stimato dalla Banca Mondiale l’inquinamento in India costa alla nazione asiatica circa l’8,5% del proprio Prodotto Interno Lordo (PIL). Progressi sono invece mostrati dalla Repubblica Popolare Cinese, i cui sforzi hanno portato a una riduzione del 12% dei livelli medi di smog.

Fonte: Bloomberg

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be