• GreenStyle
  • Salute
  • Influenza 2019: già colpiti 341mila italiani, è allerta fake news

Influenza 2019: già colpiti 341mila italiani, è allerta fake news

Influenza 2019: già colpiti 341mila italiani, è allerta fake news

L'influenza ha colpito già 341mila italiani secondo il bollettino Influnet, l'AIFA mette in guardia dalle fake news: i rimedi naturali per prevenirla.

L’influenza 2019 ha iniziato a colpire gli italiani, con 341mila di loro già a letto. I sintomi sono quelli tipici, ovvero mal di testa, febbre alta, dolori alle articolazioni, ai muscoli e all’apparato scheletrico, mal di gola e raffreddore. Nei casi più gravi la malattia porta con sé anche nausea, vomito e diarrea, sintomatologia che risulta però più frequente nei bambini. Il bilancio parziale è fornito dal bollettino Influnet, redatto e diramato dall’ISS (Istituto Superiore di Sanità).

Proprio i bambini sono tra i più colpiti dall’influenza, con un bilancio di 119mila contagiati soltanto per quanto riguarda la scorsa settimana. Parlando in termini di incidenza sulla popolazione, i casi di malattia sono in totale 1,97 ogni 1000 assistiti; cifra che sale fino a 3,91 prendendo in esame soltanto i bimbi tra 0 e 4 anni.

Secondo quanto affermato dal responsabile del servizio di sorveglianza Influnet, Antonino Bella, oltre 8 milioni di italiani sono stati colpiti dall’influenza lo scorso anno. Un’epidemia particolarmente aggressiva, spiega l’esperto:

È stata un’epidemia particolarmente aggressiva, con quasi 200 persone decedute, di cui 800 ricoverate in terapia intensiva, soprattutto anziani con più di una malattia cronica.

Come ricorda l’AIFA siamo ormai nel pieno della campagna di vaccinazione contro l’influenza 2019. Vaccino che si ricorda essere gratuito per gli over 65, per i bambini, per le donna in gravidanza, per i malati cronici affetti da patologie respiratorie o cardiache, per gli operatori sanitari. Chiunque altro può acquistare il vaccino in farmacia e procedere alla somministrazione tramite medico di famiglia, altra struttura sanitaria o presso persona di fiducia.

Molto importante sottolineare, spiega l’AIFA, la necessità di una corretta informazione in merito al vaccino anti-influenzale. Meglio quindi rivolgersi a fonti autorevoli come il proprio medico di fiducia o consultare le linee guida diffuse dal Ministero della Salute. Ha sottolineato l’Agenzia Italiana del FArmaco, con particolare riferimento alle “fake news”:

Soprattutto sui social trovano spazio notizie false o parziali che mettono a repentaglio la salute dei cittadini. Nel caso di dubbi rivolgiti senza esitare al tuo medico e alle Istituzioni che tutelano la salute pubblica.

Rimedi naturali

Tra i consigli utili per ridurre il rischio di contagio vi è quello di lavare frequentemente le mani, soprattutto dopo essere entrati in contatto con superfici comuni (metro, autobus, bar, uffici pubblici eccetera) e in ogni caso prima di mangiare o comunque portare le dita a contatto con bocca, naso e occhi.

Meglio inoltre soffiare il naso all’interno di un fazzoletto, evitando così di diffondere eventuali agenti virali di cui si è portatori. Da non dimenticare la necessità di areare periodicamente gli ambienti chiusi: il ristagno dell’aria favorire il contagio. Occorre inoltre ricordare che in quanto patologia di origine virale il ricorso agli antibiotici è del tutto inutile (a meno di patologia batterica parallela, che dovrà essere diagnosticata dal medico curante).

Si raccomanda sempre il massimo ricorso a frutta e verdura, così da fornire al corpo il giusto apporto vitaminico (soprattutto vitamina C) e di sali minerali. Il miele di eucalipto può favorire l’alleviamento dei sintomi di mal di gola, raffreddore e tosse, donando un po’ di sollievo in caso di congestione nasale e difficoltà respiratorie legate al processo influenzale. In caso di aggravamento dei sintomi è sempre consigliato il consulto con il proprio medico.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Scrub mani e corpo fai da te