• GreenStyle
  • Salute
  • Infertilità maschile: cibo spazzatura riduce numero spermatozoi

Infertilità maschile: cibo spazzatura riduce numero spermatozoi

Infertilità maschile: cibo spazzatura riduce numero spermatozoi

Una dieta ricca di cibi da fast food riduce del 25% il numero di spermatozoi, aumentando il rischio di infertilità maschile.

Consumare regolarmente cibo spazzatura aumenta il rischio di infertilità maschile. A sostenerlo i ricercatori della Harvard T. H. Chan School of Public Health di Boston (USA), secondo i quali fast food e cibi troppo grassi riducono in maniera sensibile (nell’ordine del 25%) il numero degli spermatozoi. Lo studio statunitense è stato pubblicato sulla rivista JAMA Network Open.

Lo studio è stato condotto, tra il 2017 e il 2019, su 2.290 uomini di età media pari a 19 anni. Chi indulgeva spesso in alimenti come pizza, dolci e patatine fritte mostrava una conta spermatica nettamente inferiore (122 milioni) rispetto a chi invece seguiva una dieta più varia (167 milioni di spermatozoi). I dati sono stati ottenuti analizzando i campioni di sperma raccolti in occasione delle visite di leva.

Ai soggetti è stato chiesto inoltre di compilare dei questionari relativi alle abitudini alimentari. Nei moduli è stato chiesto con quale frequenza venissero consumati, nei tre mesi precedenti, 136 diversi alimenti. Da qui sono stati tratti 4 distinti tipi di dieta, variabili a seconda del consumo di carne, di panini o di cibi da fast food.

Chi seguiva una dieta più equilibrata mostrava una conta spermatica di 167 milioni, seguito da chi aveva seguito una dieta vegetariana (151 mln). In coda proprio chi consumava più spesso alimenti salati e/o grassi e bibite zuccherate, con appena 122 milioni. Come hanno dichiarato gli autori principali dello studio, il Dott. Jorge Chavarro e il Dott. Neil Jørgensen:

I nostri risultati sono consistenti con le nostre ipotesi che il rispettare una dieta sana ed equilibrata è associato con una maggiore salute testicolare.

Fonte: Daily Mail

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: ottava lezione