Incentivi rinnovabili, l’UE lavora a nuove linee guida

Incentivi rinnovabili, l’UE lavora a nuove linee guida

Il Commissario UE all'Energia ha annunciato che Bruxelles presenterà nuove linee guida per riformare gli incentivi alle rinnovabili, adeguandoli al mercato.

L’Unione Europea sta lavorando a delle nuove linee guida in materia di incentivi alle energie rinnovabili. Lo ha confermato il Commissario UE all’Energia, Günther Oettinger, rispondendo alle recenti osservazioni mosse dall’amministratore delegato di Enel, Paolo Scaroni, a nome di 9 aziende del settore energetico.

Secondo i colossi dell’energia, i sussidi statali alle rinnovabili incidono sulla bolletta elettrica delle famiglie europee in modo eccessivo (per il 18%), per cui sarebbe preferibile cancellarli o almeno ridurli, investendo invece sullo shale gas. Pronta la replica di Oettinger, che ha definito “già noti” alcuni dei punti sottolineati dalle aziende.

Ha precisato il Commissario UE:

Pubblicheremo presto linee guida su come riformare nel modo migliore i sussidi nazionali per le rinnovabili, che erano necessari per spingere una nuova industria. Ora che le tecnologie sono maturate, devono essere adottati schemi di sostegno diversi.

Un cambiamento, dunque, è necessario anche secondo la Commissione Europea, che sta lavorando a delle linee guida per rendere gli incentivi alle rinnovabili più trasparenti e flessibili. I sussidi, inoltre, dovranno essere più facilmente prevedibili da cittadini e aziende, nonché, soprattutto, basati sul mercato. L’obiettivo, ha concluso Oettinger, è fare in modo che il settore dell’energia pulitacresca in modo più “efficace dal punto di vista dei costi”.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

4women4earth: intervista a Max Paiella