Incentivi minieolico e finanziamenti

Incentivi minieolico e finanziamenti

La grande domanda che coglie spesso impreparato l’aspirante possessore di un proprio impianto minieolico. I due sistemi sono autoescludenti, l’attivazione di uno dei due invalida automaticamente l’altra possibilità. In alcuni casi, come già citato nella sezione dedicata alle offerte per casa e azienda, è la stessa società che installerà l’impianto a indirizzare l’acquirente verso questa […]

La grande domanda che coglie spesso impreparato l’aspirante possessore di un proprio impianto minieolico. I due sistemi sono autoescludenti, l’attivazione di uno dei due invalida automaticamente l’altra possibilità. In alcuni casi, come già citato nella sezione dedicata alle offerte per casa e azienda, è la stessa società che installerà l’impianto a indirizzare l’acquirente verso questa o quella tipologia di incentivazione.

Non sempre però questo accade ed è tuttavia sempre opportuno non rischiare di essere spiazzati o “all’oscuro di tutto” quando si affronta un simile investimento. Partiamo dalla descrizione della Tariffa Omnicomprensiva. Si tratta di un sistema incentivante della durata di 15 anni, che garantisce al futuro produttore un guadagno di 0,30 € per ogni kWh immesso nella rete elettrica.

Alla scadenza dell’incentivo si potrà scegliere se entrare nel mercato libero o rimanere sotto “tutela” da parte del GSE attraverso il “Ritiro dedicato” a tariffe agevolate. La Tariffa omnicomprensiva risulta conveniente in proporzione alla potenza installata: maggiore è l’ammontare di energia che potrà essere prodotta e più conveniente sarà questa scelta.

Alcune sostanziali variazioni vi sono nel caso si scelga l’opzione dello Scambio sul posto. Nessun vincolo di tempo e in effetti nessuna effettiva vendita di energia al Gestore dei Servizi. Ogni trimestre verrà calcolato il bilancio tra l’energia prodotta e quella consumata: se il bilancio è negativo verrà addebitato in bolletta, se risulta positivo l’utente avrà un credito sulle fatturazioni future (non soggetto a scadenza). Il guadagno al momento si attesta intorno agli 0,20 € per kWh, variabile in futuro con il mutare delle condizioni economiche di fornitura energetica.

Finanziamenti minieolico: le offerte

La disponibilità economica è senza dubbio uno dei fattori maggiormente discriminanti quando si procede alla scelta di un impianto energetico autonomo. Il settore del minieolico non fa certo esclusione e anche in questo caso possiamo andare a esporre alcune soluzioni per il finanziamento dell’iniziativa.

Analogamente a quanto accaduto negli scorsi anni per il Conto Energia, prevalentemente finalizzato all’aiuto economico per il comparto fotovoltaico, anche il ramo creditizio ha proposto ai propri clienti privati o aziendali sistemi di prestito strutturato su quella tipologia di investimento. Negli ultimi anni anche gli istituti bancari cominciano a proporre soluzioni per chi ha scelto formule di produzione energetica differenti, minieolico compreso.

La prima delle tre offerte che andiamo a mostrare è frutto di un accordo tra Legambiente e Banca di Credito Cooperativo. Una serie di proposte vengono messe a disposizione di chi vuole realizzare un proprio impianto di produzione energetica da fonti rinnovabili, migliorare l’efficienza della propria abitazione, investire sul risparmio idrico o sull’acquisto di veicoli ecologici.

Il sistema di credito denominato “Linea Rinnovabili ed Efficienza” contiene una soluzione appositamente studiata per il sostegno al settore energetico eolico, utile anche nel caso si sia scelto di puntare sul fotovoltaico, sul minidroelettrico, sulle biomasse o la mini-cogenerazione.

A beneficiare di questa proposta possono essere sia soggetti privati che aziende, enti pubblici o anche associazioni e condomini. Si può richiedere il finanziamento del 100% della spesa, comprensiva di IVA, il cui importo massimo è di 200.000 euro. Il rimborso è rateale, estendibile fino a 20 anni con preammortamento fino a 24 mesi e tasso Euribor 6 mesi + max 1,5%.

Ottenere la cifra desiderata richiede una procedura piuttosto semplice. Dopo aver verificato che la filiale della Banca di Credito Cooperativo scelta abbia attivato la “Linea Rinnovabili ed Efficienza”, andrà presentata la documentazione tecnica riguardante l’impianto da installare e il preventivo di spesa che la BCC sarà chiamata a finanziare.

A questo punto, prima di approvare la concessione del finanziamento, la BCC invierà a Legambiente la documentazione presentata. L’associazione esprimerà a quel punto il proprio parere riguardo la fattibilità del progetto. Ulteriori informazioni possono essere richieste numero 0564 – 487711.

Due diverse soluzioni per privati e aziende le propone Banca Etica. Minieolico, ma anche biomasse, geotermia e idroelettrico, possono beneficiare delle offerte Mutuo Micro Rinnovabile (privati, potenza massima 20 kW) e Mutuo Macro Rinnovabile (aziende, potenza superiore ai 20 kW). La prima offerta prevede un importo massimo finanziabile di 40.000 euro mentre la seconda di 200.000 €.

Entrambe le tipologie di credito richiedono che il cliente sia socio di Banca Etica e abbia aperto presso l’istituto un proprio conto corrente. I privati devono anche rispettare un ulteriore criterio, quale l’assenza di protesti o altre pregiudizievoli a carico.

La durata del rimborso varia dai 15 anni per i privati ai 20 per le aziende, mentre per quanto riguarda il tasso di interesse è possibile scegliere in entrambi i casi tra tasso variabile Euribor, rivedibile tasso fisso IRS e rivedibile tasso variabile Euribor.

La terza offerta si chiama “Montepaschi Energie Pulite” e viene proposta dal gruppo Monte dei Paschi di Siena. Anche in questo caso il sistema di credito è rivolto sostanzialmente a quei settori energetici non assimilabili al fotovoltaico, a differenza dei precedenti casi è rivolta esclusivamente a un’utenza aziendale.

Montepaschi Energie Pulite si rivolge a impianti eolici con potenza massima fino a 200 kW. Il limite di importo finanziabile è pari all’80% o comunque non oltre i 5.000.000 di euro. Durata del finanziamento di 15 anni rimborsabile con rate semestrali posticipate. Ogni dettaglio è disponibile sul sito Internet dell’istituto di credito.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Revamping eolico: intervista a Massimo Derchi ERG Renew