• GreenStyle
  • Salute
  • Incentivi economici per dimagrire: la proposta del ministro Grillo

Incentivi economici per dimagrire: la proposta del ministro Grillo

Incentivi economici per dimagrire: la proposta del ministro Grillo

Incentivi economici per dimagrire destinati a chi soffre di obesità: la proposta del ministro Grillo.

L’obesità in Italia rappresenta un problema in crescita. Dopo un recente studio svolto dalla Italian Barometer Diabetes Observatory Foundation in collaborazione con l’Istat sono arrivate le parole del ministro della Salute Giulia Grillo, che ha sottolineato la natura di “patologia” per la condizione metabolica e annunciato la possibilità di introdurre incentivi per chi vorrà dimagrire.

Come affermato da Giulia Grillo il Ministero della Salute “ha inserito l’obesità all’interno del Piano nazionale prevenzione, poi declinato nei piani regionali”, che ha ricordato inoltre come l’obesità rappresenti la seconda causa “evitabile” di tumori dopo il fumo. In considerazione del fatto che in molti casi la condizione di sovrappeso si abbina a una scarsa attività fisica, il ministro ha dichiarato:

Oltre alle strategie previste, e al protocollo firmato con il Miur per iniziare a sensibilizzare gli studenti sul tema, un altro tema allo studio è quello di favorire l’attività fisica attraverso attività di promozione e incentivazione per le fasce più fragili della popolazione. Incentivi per la frequenza di impianti sportivi rivolti a chi intraprende un percorso di perdita di peso, naturalmente seguito dal Servizio sanitario regionale. Un progetto che parte dalla considerazione che purtroppo oggi l’accesso all’attività sportiva non è alla portata di tutti.

Chi riceverà una prescrizione dal nutrizionista che indichi la necessità di recarsi presso un impianto sportivo per contribuire alla perdita di peso potrà disporre di agevolazioni in termini di costi e accessi alle strutture. Ha proseguito il ministro Grillo:

Sono comprese tutte quelle strutture, dagli stadi alle piscine, compatibili con un’attività fisica aerobica che è quella che porta a consumare più calorie e a perdere più peso.

Non sono stati al momento definiti i meccanismi che porteranno all’erogazione degli incentivi, ma verranno discussi con il Ministero dell’Economia in fase di redazione della prossima legge di Bilancio. Le possibilità aperte al momento sono quelle di sgravi fiscali o buoni associati alla frequenza. I fondi verranno garantiti, ha concluso il ministro, dal risparmio sulla spesa sanitaria nazionale:

L’attività fisica ci aiuta alla prevenzione di tutta una serie di patologie importanti, come l’ipertensione arteriosa e alcune patologie legate all’usura delle articolazioni per chi è in sovrappeso e non si muove. Il messaggio che voglio dare ai cittadini è che ci sono le strade giuste per perseguire una riduzione di peso.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Come autoprodurre uno scrub naturale per un viso splendente