Incentivi cogenerazione, il GSE attiva il sito per richiederli

Incentivi cogenerazione, il GSE attiva il sito per richiederli

Disponibile, sul sito del Gestore dei Servizi Energetici, la sezione per il riconoscimento degli impianti di Cogenerazione ad Alto Rendimento e per la richiesta degli incentivi

Il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) ha pubblicato sul suo sito Web una nuova sezione dedicata alla Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR), come previsto stabilito dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 5 settembre 2011.

Da questa pagina, spiega il GSE, è possibile scaricare la modulistica necessaria per la richiesta di riconoscimento CAR e per l’accesso al regime di sostegno ai sensi dello stesso decreto, oltre alle istruzioni operative per la corretta compilazione della pratica. Il sistema incentivante degli impianti di Cogenerazione ad Alto Rendimento si basa sui cosiddetti Certificati Bianchi (o TEE, Titoli di Efficienza Energetica) di tipologia II.

Per ciascun anno solare di funzionamento, le unità certificate CAR hanno diritto a un numero di Certificati Bianchi proporzionale al risparmio energetico ottenuto grazie all’impianto. I TEE ottenuti possono essere oggetto di scambio e contrattazione, oppure essere utilizzati per assolvere all’obbligo di cui al DM 20 luglio 2004, che impone a distributori di energia elettrica e di gas con più di 100.000 clienti finali di realizzare interventi di riduzione dei consumi. In alternativa, l’operatore può richiedere il ritiro dei Certificati Bianchi da parte dello stesso GSE.

La durata degli incentivi varia in base all’età dell’impianto: le unità di cogenerazione riconosciute CAR ed entrate in esercizio dopo il 7 marzo 2007 godono di un periodo di incentivazione di 10 anni solari (15 se abbinate a reti di teleriscaldamento). Per quelle entrate in esercizio tra il 1° aprile 1999 e il 7 marzo 2007 il periodo di incentivazione è invece di soli 5 anni.

La richiesta di incentivo deve essere inoltrata al Gestore entro il 30 novembre 2011 per le produzioni relative agli anni 2008, 2009 e 2010. Per gli anni 2011 e successivi, invece, le richieste dovranno essere inviate al GSE entro il 31 marzo dell’annualità successiva (quindi a partire dal 2012).

Seguici anche sui canali social