• GreenStyle
  • Auto
  • Incentivi auto: dl Clima 2mila, euro per ibride ed elettriche

Incentivi auto: dl Clima 2mila, euro per ibride ed elettriche

Incentivi auto: dl Clima 2mila, euro per ibride ed elettriche

Incentivi auto nel dl Clima annunciato dal Ministro dell'Ambiente Sergio Costa, nel decreto ambiente misure a sostegno del trasporto sostenibile.

In arrivo nuovi incentivi auto per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi. Il provvedimento è contenuto nella bozza del nuovo decreto legge ambientale, da più parti ribattezzato dl Clima, annunciato dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Un documento che conterrà anche altre disposizioni in materia di prodotti di largo consumo e per l’abbandono progressivo dei sussidi alle fonti nemiche del clima.

L’intero dl Clima è articolato in 14 punti, a loro volta raggruppati in quattro grandi categorie, per le quali particolari misure sono disposte per il sostegno al trasporto sostenibile:

È istituito il programma sperimentale di incentivazione del trasporto sostenibile per la promozione dei servizi di trasporto pubblico locale e di altri servizi ad essi integrativi da finanziare con le risorse riassegnate nel 2020 al ministero dell’Ambiente nel limite massimo di 200 milioni di euro.

Nel decreto legge per l’ambiente trovano posto, almeno in questa sua bozza iniziale, l’istituzione di una Piattaforma, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, destinata al contrasto dei cambiamenti climatici e al miglioramento della qualità dell’aria. In questa direzione va l’istituzione di nuovi incentivi auto a favore di chi acquisterà un veicolo elettrico o ibrido contestualmente alla rottamazione di una vettura fino alla classe Euro 4. Il bonus verrà riconosciuto in termini di “credito fiscale” e potrà essere utilizzato, entro i successivi 5 anni:

Ai fini dell’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico locale e regionale e di altri servizi ad esso integrativi, inclusi i servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a zero emissioni, anche in favore dei familiari conviventi.

Credito fiscale riservato anche ai titolari di “licenza di trasporto pubblico di piazza” e agli autotrasportatori che operano all’interno delle città metropolitane, sempre a patto che rottamino un veicolo Euro 4 o inferiore al momento dell’acquisto di auto ibride, elettriche o comunque a emissioni ridotte. Il beneficio può essere perso, da questi ultimi come dagli altri aventi diritto, in caso di acquisto “entro i due anni successivi” di una vettura “non a basse emissioni”.

Fonte: Adnkronos

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

EICMA 2018: intervista a Michael Castellano – NIU