Incentivi auto, 500 milioni di ecobonus in arrivo?

Incentivi auto, 500 milioni di ecobonus in arrivo?

Possibile arrivo durante la Fase 2 di incentivi auto per risollevare le vendite del settore, sul tavolo potrebbero finire circa 500 milioni di euro.

La Fase 2 dell’emergenza Coronavirus potrebbe accoliere l’arrivo di nuovi incentivi auto. Dopo le varie conferme della Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli in merito ai bonus per l’acquisto di bici e monopattini, il Governo Conte potrebbe essere sul punto di varare un’iniziativa analoga anche per il settore automotive.

Al momento si ipotizzano incentivi auto per un ammontare complessivo di 500 milioni. Si tratta però soltanto di un’ipotesi che sta circolando nelle ultime ore, e necessiterà quindi di tempo affinché si possa tradurre eventualmente in provvedimenti concreti. Misure richieste a gran voce dal settore, che lamenta un crollo record nelle vendite durante il lockdown (-97,5% ad aprile, appena 4279 vetture vendute).

Si potrebbe trattare di un incentivo legato al volume di emissioni delle auto, in maniera similare a quanto avviene per gli attuali incentivi (con uno stanziamento di 70 milioni di euro). Non dovrebbe essere obbligatorio rottamare un’auto per accedere al bonus, sebbene rottamando una vettura da Euro 0 a Euro 4 si possa ottenere uno “sconto” maggiore al momento dell’acquisto del nuovo veicolo.

Di particolare rilievo la possibilità che tale incentivo sia vincolato all’introduzione di una terza fascia di emissioni, compresa tra 61 e 95 grammi di CO2 per chilometro, oltre a quelle già previste (0-20 g/km, sostanzialmente le elettriche pure, e 21-60 g/km, aperta anche alle ibride plug-in). Considerando i nuovi limiti UE per le emissioni delle nuove automobili il bonus verrebbe così esteso a tutti i veicoli venduti (purché non vengano fatte limitazioni in funzione del tipo di alimentazione).

Fonte: Gazzetta dello Sport

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: nona lezione